Cronaca

Tenta di estorcere denaro a ex compagno di cella: arrestato

In manette è finito un pregiudicato 40enne residente a Lonate Pozzolo.

Tenta di estorcere denaro a ex compagno di cella: arrestato
Cronaca Busto Arsizio, 29 Ottobre 2018 ore 10:24

Tenta di estorcere denaro a ex compagno di cella: arrestato un pregiudicato 40enne, originario di Cirò Marina ma da tempo residente a Lonate Pozzolo.

Tenta di estorcere denaro a ex compagno di cella

Nelle scorse ore i carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Busto Arsizio hanno inferto un altro “colpo” a soggetti vicini alla criminalità di Lonate Pozzolo.
In esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stato arrestato un 40enne, V.M. originario di Cirò Marina (KR) ma da tempo residente a Lonate Pozzolo (va), disoccupato e pregiudicato.

Tentativi di estorsione

Il provvedimento è stato emesso dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Busto Arsizio,  su richiesta della locale Procura della Repubblica, e recepisce integralmente l’attività d’indagine svolta dai militari del nucleo operativo che ha consentito di raccogliere univoci e gravi elementi di responsabilità nei confronti del medesimo soggetto pregiudicato in ordine a reiterati tentativi di estorsione ai danni di un 30enne, anch’egli pregiudicato (i due si erano conosciuti in carcere diversi anni addietro).

Contravvenzione non pagata

Il citato V.M. tra i mesi di agosto e settembre, con diverse azioni esecutive di un medesimo progetto criminoso, anche mediante reiterate minacce di morte, ha tentato di costringere la parte offesa a consegnare una somma di denaro corrispondente a 7mila euro circa.

L’origine della richiesta sarebbe stata una contravvenzione al codice della strada che i due soggetti, nel 2016, entrambi senza patente, avevano ricevuto perchè fermati alla guida della vettura di V.M.: in sostanza V.M. era trasportato e la vittima guidava la sua vettura, comunque senza patente perchè revocata.

Portato in carcere

Poichè la contravvenzione non era stata pagata, la richiesta di pagamento era arrivata al proprietario della vettura che ha tentato con violenza e minaccia di farsi restituire il denaro. L’arrestato, terminate le formalità di rito, è stato portato presso la casa circondariale  di Busto Arsizio a disposizione dell’autorità giudiziaria mandante.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter