Menu
Cerca
Venegono

Taglio del nastro ai nuovi giochi (inclusivi) del Pratone

Dopo settimane di attesa si sono finalmente riaperti i cancelli del parco cittadino. Brianza: "Importante segnale di ripartenza, Venegono inzia col passo giusto"

Taglio del nastro ai nuovi giochi (inclusivi) del Pratone
Cronaca Tradate, 17 Aprile 2021 ore 11:59

Taglio del nastro questa mattina al Parco Pratone di Venegono Superiore per l’inaugurazione della nuova area giochi realizzata nelle scorse settimane grazie ai fondi della Regione. Presenti, oltre all’Amministrazione, la deputata Paola Frassinetti di Fratelli d’Italia e la Vicepresidente del Consiglio Regionale Francesca Brianza.

Taglio del nastro: riapre il Parco Pratone

C’è voluta una settimana in più del previsto ma questa mattina il Pratone di Venegono Superiore è tornato a riempirsi delle risate dei bambini e delle loro famiglie. Conclusi i lavori per il rifacimento dell’area giochi, con l’installazione di un castello inclusivo e adatto a far giocare insieme anche i bambini con disabilità. Insieme all’apertura, oggi è stato il giorno del taglio del nastro.

Crespi: “Un parco rinnovato”

“Abbiamo finalmente riaperto il parco e i suoi giochi per i nostri bambini – ha dichiarato il sindaco Ambrogio Crespi – Dopo qualche settimana di lavoro abbiamo ampliato le possibilità di divertirsi per i tanti che vengono qui con le loro famiglie, anche da fuori paese. Dobbiamo ringraziare Regione, che ha finanziato con 29mila euro questo intervento costato complessivamente 47mila euro, premiando il progetto realizzato dal nostro ufficio tecnico come uno dei migliori.

Con questo abbiamo rinnovato l’area giochi, dopo aver realizzato la nuova area fitness, sempre grazie alla Regione e a breve contiamo di inaugurare anche le cucine che sono ormai in dirittura d’arrivo, pronte non appena sarà possibile tornare a organizzare le feste del paese”.

3 foto Sfoglia la gallery

A fargli eco l’assessore ai Servizi Sociali e Istruzione Maria Luisa Limido:

“La cosa più bella di questo momento è vedere i bambini che già si divertono su questi giochi e nel nostro Pratone. Abbiamo voluto installare dei giochi inclusivi perchè crediamo che i bambini possano giocare insieme  e riteniamo debbano farlo, questa deve essere la ripartenza. Lancio un appello ai genitori: fate giocare i vostri bambini ma sempre con un occhio di attenzione”.

Brianza: “Importante segnale di ripartenza”

“Sono orgogliosa, come venegonese e come rappresentante della Regione, di essere qui e di vedere i frutti dei finanziamenti regionali, ben spesi dall’Amministrazione – ha aggiunto Francesca Brianza – Come Regione abbiamo deciso ormai un anno fa di dare fiducia e risorse ai sindaci, sapendo che nessuno meglio di loro può conoscere le esigenze e i bisogni del proprio territorio, per far ripartire la Lombardia e l’economia in un periodo in cui tutto sembrava fermo. Col Piano Marshall abbiamo messo a disposizione dei sindaci 400 milioni di euro, di cui 190milioni arrivati in provincia di Varese per circa 300 progetti, e Venegono è stata tra i primi a concludere i lavori che aveva proposto.

Si è tenuto chiuso qualche settimana in più ma ne è valsa la pena: abbiamo questo nuovo parco giochi, bello e soprattutto inclusivo. Dopo mesi tanto difficili, che hanno costretto tutti e soprattutto i bambini a rinunciare a tante cose e a fare tanti sacrifici, questo è un segnale di ripartenza e di speranza. Dal 26 aprile inizieranno le riaperture, Venegono inizia col piede giusto il cammino verso la normalità”.

3 foto Sfoglia la gallery

Frassinetti: “Qui c’è la bella politica”

Alla cerimonia è intervenuta anche l’onorevole Paola Frassinetti, vicepresidente della Commissione Cultura e Istruzione alla Camera dei Deputati:

“Chi si occupa di istruzione sa bene quanto il gioco sia importante per i bambini. Ero stata a Venegono in campagna elettorale e ricordo bene le promesse che erano state fatte, tornare qui oggi e vederle concretizzarsi è una grande soddisfazione. Ringrazio anche io Regione e Francesca per l’impegno a favore dei sindaci e dei Comuni e per aver creduto nella sinergia fra le istituzioni. Oggi c’è tutto quello che fa della politica la buona politica.

L’attenzione verso i bambini con disabilità è un altro bellissimo segnale, che cerchiamo di portare anche in Commissione ogni volta che si parla di scuole ed edilizia scolastica. Complimenti a tutti”.