Cronaca
Castiglione

Sparò all'ex collega fuori dal bar a Castiglione: condanna a 8 anni e 4 mesi

Stabilito anche un risarcimento di 15mila euro. Esclusa la premeditazione, rigettata la teoria della difesa di un colpo partito accidentalmente

Sparò all'ex collega fuori dal bar a Castiglione: condanna a 8 anni e 4 mesi
Cronaca Valle Olona, 11 Gennaio 2022 ore 17:44

E' stata emessa questa mattina, martedì 11 gennaio, la sentenza di condanna in primo grado a carico di Antonio Zedda, il pensionato che lo scorso luglio sparò fuori da un bar a un ex collega, parrucchiere, ferendolo a una coscia.

Sparò all'ex collega, condannato a 8 anni e 4 mesi

Una condanna ancora più grave di quella, 8 anni e un mese, chiesta dal Pubblico Ministero, a cui si aggiungono 15mila euro di risarcimento a titolo provvisionale, che andrà definito in sede civile. La sentenza è stata pronunciata questa mattina dal giudice del Tribunale di Varese Alessandro Chionna.

Una sentenza arrivata poco più di tre mesi dopo dal pomeriggio del 29 luglio in cui Zedda puntò un'arma, una pistola revolver di grosso calibro, e sparò contro l'ex collega barbiere Luigi Costetti. La vittima fu raggiunta da un colpo, che fortunatamente non provocò lesioni tali da metterne in pericolo la vita, e il rapido intervento di alcuni clienti del locale impedì a Zedda di premere di nuovo il grilletto.

All'anziano, inizialmente tradotto al Miogni di Varese con l'accusa di tentato omicidio e poi ristretto ai domiciliari, fu subito contestato il tentato omicidio. Accusa ritenuta fondata dal giudice che (oltre all'aggravante della premeditazione) ha rigettato la richiesta di riformulazione del reato avanzata dalla difesa, da tentato omicidio a lesioni aggravate, sostenendo che il colpo partito dall'arma fosse stato accidentale. La difesa ha comunque annunciato che ricorrerà in appello.