Cronaca

Spaccio nei boschi, Polizia al setaccio del Parco Pineta e del Parco del Rugareto

Operazione contro lo spaccio di droga all'interno dei boschi della provincia di Varese, Polizia impegnata in repressione e prevenzione.

Spaccio nei boschi, Polizia al setaccio del Parco Pineta e del Parco del Rugareto
Cronaca Saronno, 08 Settembre 2018 ore 13:38

Operazione a tappeto della Polizia di Stato nei boschi famigerati per i fenomeni di spaccio.

Spaccio nei boschi, repressione e prevenzione

Centoventi identificati e 40 veicoli controllati nell’ambito dell’operazione della Polizia di Stato contro lo spaccio nei boschi del Parco Pineta e del Rugareto. Diversi i servizi di controllo straordinario operati nelle aree boschive della provincia di Varese. A coordinarli la Polizia di Stato varesina, dopo quanto definito nel Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Complessivamente, l’operazione ha coinvolto il personale  del locale U.P.G.S.P con l’impiego di pattuglie motomontate ed automontate, della Squadra Mobile, dei Commissariati di Busto Arsizio e Gallarate, della Polizia Scientifica, del R.P.C. di Milano, unitamente a personale delle Polizie Locali territorialmente competenti. Fondamentale è stato inoltre il contributo delle pattuglie Ippomontate della Polizia di Stato, di particolare utilità nelle aree boschive.

Parco Pineta e Bosco del Rugareto

I servizi si sono concentrati sul Parco Pineta e il bosco del Rugareto, oltre al parco Perelli a Biumo e quindi i comuni di Tradate, Vedano Olona, Venegono Inferiore, Venegono Superiore e Cislago, Gerenzano, Gorla Minore, Marnate. Non solo identificazioni e controlli. Nell’area Boschiva del Rugareto sono stati rinvenuti e sequestrati infatti un kit contenente un bilancino di precisione, un coltellino utilizzato per sezionare lo stupefacente, del cellophane per confezionarlo, un machete ed un coltello.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter