Cronaca
Cronaca

Spacciavano in bicicletta e monopattino: fermato il delivery della droga

I carabinieri fermano il delivery della droga nei Comuni di Cassano Magnago, Fagnano Olona e Gallarate.

Cronaca Busto Arsizio, 19 Aprile 2023 ore 15:50

Spacciavano in bicicletta e monopattino: i Carabinieri della Compagnia di Varese hanno fermato il delivery della droga. Nella mattina di mercoledì 19 aprile i militari della Compagnia Carabinieri di Busto Arsizio hanno dato esecuzione, nei Comuni di Cassano Magnago, Gallarate e Candia Lomellina, a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Busto Arsizio su richiesta della locale Procura della Repubblica nei confronti di tra uomini, tutti di nazionalità tunisina di età compresa tra i 25 e i 30 anni, per i reati di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina e hashish.

Spacciavano in bicicletta e monopattino: fermato il delivery della droga

Le indagini, che sono state avviate lo scorso mese di luglio dai carabinieri della Stazione di Cassano Magnago a seguito delle numerose segnalazioni che preoccupavano la cittadinanza, hanno consentito di ricostruire un corposo quadro indiziario nei confronti dei destinatari della misura ritenuti essere coinvolti, dal 2020, in un vero e proprio delivery della droga. Ben strutturati e con ruoli ben distinti, ricevevano le ordinazioni dagli assuntori di sostanza stupefacente direttamente sull’utenza cellulare utilizzata per l’attività illecita ed in tempi brevissimi provvedevano alla consegna lungo le vie cittadine e nei parchi dei Comuni di Cassano Magnago, Fagnano Olona e Gallarate a bordo di biciclette e monopattini, adottando qualsiasi tipo di cautela per sottrarsi ai controlli. Le cessioni di cocaina e hashish avvenivano con cadenza quotidiana, in modo abituale e continuativo, verso acquirenti che, se non riuscivano a pagare i loro debiti, subivano anche delle minacce.

Perquisizioni, sequestri e arresti

Nell’ambito dell’attività d’indagine sono stati, inoltre, sottoposti a sequestro circa 800 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish per un totale complessivo di 5200 dosi che avrebbero garantito ingenti introiti di denaro. Nel corso delle perquisizioni odierne le unità cinofile dell’Arma dei Carabinieri hanno, inoltre, rinvenuto 20 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish, debitamente occultata all’interno dell’abitazione. Nelle abitazioni dove sono stati rintracciati i destinatari della misura cautelare sono stati identificati altre otto persone, di nazionalità tunisina e marocchina, tutti irregolari sul territorio nazionale, per i quali si stanno svolgendo ulteriori accertamenti di polizia giudiziaria. Gli arrestati, espletate le formalità di rito sono stati associati presso le case circondariali di Busto Arsizio e Pavia a disposizione dell’autorità Giudiziaria.

Seguici sui nostri canali