Polizia

Spacciatore “a domicilio” fermato e denunciato in viale Pirandello

Nel cellulare dell'uomo trovati gli "accordi" per la consegna con numerosi clienti

Spacciatore “a domicilio” fermato e denunciato in viale Pirandello
Busto Arsizio, 12 Ottobre 2020 ore 15:52

Spacciatore “a domicilio”, fermato e denunciato a Busto dopo un inseguimento della Volante: nel taschino del giubbotto una decina di dosi pronte alla vendita.

Spacciatore “a domicilio” pizzicato nel parcheggio di un supermercato

Faceva consegne di erba a domicilio: fermato e denunciato dopo un tentativo di fuga. Erano circa le 22,30 di ieri, domenica 11 ottobre, quando in viale Pirandello la volante del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio ha notato un’auto che procedeva a passo d’uomo nel parcheggio di un supermercato chiuso.

La pattuglia ha deciso di effettuare un controllo accendendo i lampeggianti e intimando al conducente, tramite l’altoparlante in dotazione alla vettura di servizio, di fermarsi.

Tentativo di fuga

Quello, per tutta risposta, con una brusca manovra ha imboccato l’uscita dal parcheggio dirigendosi a tutta velocità verso via Magenta, ma è stato bloccato dopo pochi metri. Il guidatore, un albanese di 29 anni residente in un comune dell’alto milanese, è stato perquisito e, nel taschino del giubbotto sono state trovate dieci dosi di marijuana.

Nel cellulare gli “ordini” dei clienti

La perquisizione dell’abitazione ha poi permesso di trovare, in garage, un bilancino con tracce di marijuana accanto a un rotolo di carta stagnola, lo stesso materiale utilizzato per confezionare le dosi sequestrate. L’esame del cellulare ha definitivamente confermato l’attività di spaccio svolta dall’indagato, autore di un fitto scambio di messaggi con persone che gli chiedevano la marijuana, consegnata a domicilio o su appuntamento in luoghi concordati.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia