Aggiornamento

Sono 478 i saronnesi positivi

Sono 478 i saronnesi positivi
Saronno, 31 Ottobre 2020 ore 15:36

Il sindaco Augusto Airoldi ha aggiornato i saronnesi sulla situazione in città.

Sono 478 i saronnesi positivi

“Secondo i dati Ats aggiornati a quest’oggi i saronnesi positivi sono 478”, ha annunciato il sindaco Augusto Airoldi. Quindi ha proseguito: “In crescita rispetto a ieri e alla scorsa settimana”. Poi ha aggiunto: “Abbiamo il numero di guariti, fortunatamente in crescita: sono 246; la scorsa settimana erano 217. Resta stabile, fortunatamente, il numero delle persone decedute. Quindi questa settimana nessun saronnese, secondo i dati Ats, è deceduto per problemi Covid. I saronnesi deceduti sono 61”.

La campagna di sensibilizzazione

“Abbiamo attivato una campagna di sensibilizzazione, che vi avevo preannunciato la scorsa settimana”, ha spiegato il sindaco. Poi ha proseguito: “Vedete comparire per la città una serie di manifesti con tutta una serie di grafiche che invitano a rispettare le principali misure anti-Covid. Quindi mascherina indossata correttamente; distanziamento fisico tra una persona e l’altra; l’igienizzazione delle mani; la misurazione della febbre; la necessità di stare in casa quando è previsto. Insomma tutta una serie di inviti e consigli che ci aiutano a tenere bassa il più possibile la diffusione del contagio. Mi raccomando, seguiamo questi consigli”. E se si dovessero vedere casi in cui le regole non vengono rispettare “chiamate la Polizia locale, che interverrà e sanzionerà quelle situazioni che non è possibile correggere”.

Spesa e farmaci a domicilio per gli over 65

Quindi ha spiegato di aver “riunito un tavolo di lavoro al quale hanno partecipato la Croce rossa, la Protezione civile, l’Associazione nazionale carabinieri, la Polizia locale e i Servizi sociali; il risultato del tavolo di lavoro con enti e associazioni, è che da sabato 7 riattiveremo per i saronnesi due tipi di servizi. La consegna a domicilio dei medicinali e la possibilità di consegnare a domicilio anche la spesa. Ovviamente è un servizio che riserviamo alle persone over 65 che hanno difficoltà a uscire da casa. Anche sotto ai 65 anni con difficoltà di deambulazione e che non hanno famigliari che li possano aiutare”. Quindi ha invitato: “Mi raccomando usiamo questi servizi con parsimonia per fare in modo che, chi li ha realmente bisogno, li possa trovare pronti e disponibili. Per attivare il servizio metteremo a disposizione un numero dedicato che sarà diffuso in settimana”.

La situazione nelle scuole

“Stiamo tenendo monitorata la situazione nella scuole”, ha annunciato. Quindi, dati alla mano, ha aggiunto: “Sono 33 le classi in quarantena fiduciaria con i relativi insegnanti. La situazione di maggior concentrazione è alla Rodari dove, su 17 classi totali, 11 sono in quarantena fiduciaria. Per questo motivo, in collaborazione con la dirigenza scolastica, in questo fine settimana abbiamo attivato un intervento di sanificazione dell’intero plesso, in modo tale che da lunedì i ragazzi possano trovare una situazione tranquilla”.

TORNA ALLA HOME

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia