Cronaca

Simula furto del permesso di soggiorno che gli è stato ritirato per il reato di spaccio

Nei guai un cittadino cinese.

Simula furto del permesso di soggiorno che gli è stato ritirato per il reato di spaccio
Cronaca Busto Arsizio, 29 Settembre 2018 ore 15:38

Simula furto del permesso di soggiorno che invece gli era stato ritirato dalla Questura: denunciato un cittadino cinese.

Simula furto del permesso di soggiorno

Un cittadino cinese è stato denunciato per simulazione di reato. Nei giorni scorsi lo straniero si è presentato negli uffici del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio e ha denunciato che ignoti, sul treno diretto a Busto da Milano, gli avevano rubato il portafoglio contenente denaro e il documento di soggiorno.

Gli accertamenti

La vaghezza e le contraddizioni del racconto hanno tuttavia convinto l’agente dell’Ufficio Denunce a svolgere qualche accertamento. E’ così emerso che in realtà quel permesso di soggiorno era stato revocato e ritirato lo scorso mese di marzo in seguito alla condanna del cinese per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e che era quindi materialmente impossibile che fosse stato rubato.

Denunciato per simulazione di reato

Si trattava invece, come infine ammesso dallo stesso straniero, di un tentativo – in verità piuttosto maldestro – di “regolarizzare” nuovamente la sua posizione in Italia. L’uomo è stato quindi denunciato per simulazione di reato e verrà espulso non appena finirà di essere sottoposto all’obbligo di firma, conseguente alla condanna per droga, al quale sta ottemperando presso un Commissariato milanese.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter