Cronaca
Castellanza

Si mette in sicurezza il ponte di via Piave grazie a un contributo di 400mila euro

Il sindaco: "Potremo, finalmente, una volta esperite tutte le procedure, realizzare il rafforzamento di questo ponte fondamentale per collegare le due anime della città e ripristinare i collegamenti con la Valle Olona".

Si mette in sicurezza il ponte di via Piave grazie a un contributo di 400mila euro
Cronaca Valle Olona, 19 Novembre 2021 ore 16:00

Quattrocento mila euro. A tanto ammonta il contributo a fondo perduto concesso dal Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriale al Comune di Castellanza per interventi riferiti a opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio.

Ponte di via Piave, via ai lavori di messa in sicurezza

In particolare, per il Comune di Castellanza la somma è destinata alla messa in sicurezza del ponte di via Piave. Il ponte di via Piave, realizzato nel 1913, è fondamentale per collegare le due zone di Castellanza: insu’ e ingio’. Fin dalla sua creazione è stato considerato fondamentale tanto che all’epoca, non essendo sufficienti i fondi disponibili dell’Amministrazione Comunale, venne promossa una sottoscrizione pubblica a cui aderirono aziende locali, singoli cittadini e associazioni. Nel 2008, di fronte ad evidenti segni di deterioramento del Ponte, venne effettuato uno studio e una verifica statica delle sue condizioni e si procedette ad eseguire iniezioni di materiali di rinforzo della struttura e vennero rifatti i parapetti ai lati.

A seguito del crollo del ponte Morandi di Genova nel dicembre del 2018, l’Amministrazione Comunale volle fare ulteriori controlli e affidò un nuovo incarico di collaudo statico del ponte di via Piave col fine di monitorare lo stato di fatto strutturale del manufatto.

Al termine del collaudo statico emersero delle criticità legate a dettagli costruttivi di armatura che non garantivano la sicurezza strutturale del manufatto al passaggio dei mezzi con massa superiore alle 3,5 tonnellate e agli autobus di linea nella condizione di viabilità a doppio senso marcia.

Di conseguenze vennero emesse ordinanze per regolamentare il passaggio dei mezzi pesanti con apposita segnaletica.

Nell’aprile 2021, grazie anche a un contributo di circa 30.000 euro, è stato affidato l’incarico alla Mts Enginering srl per la progettazione definitiva inerente al rinforzo strutturale del ponte con lo scopo di permettere il passaggio degli autobus di linea a due assi con massa 19 tonnellate.

Il sindaco: "Sono molto soddisfatta"

Sono molto contenta del risultato conseguito, perché grazie a questo contributo di 400.000 euro a fondo perduto, ottenuto grazie alla partecipazione al bando Nazionale, – spiega il sindaco, Mirella Cerini – potremo, finalmente, una volta esperite tutte le procedure, realizzare il rafforzamento di questo ponte fondamentale per collegare le due anime della città e ripristinare i collegamenti con la Valle Olona. Il tutto senza gravare sulle casse comunali”.

Torna alla homepage