Menu
Cerca
Castellanza

Servizio di ristorazione a scuola e pasti a domicilio, ecco cosa cambia

Il sindaco: “Nel corso degli anni è sempre stata dedicata particolare attenzione al servizio mensa consapevoli dell’importanza di una corretta alimentazione e dell’educazione alimentare".

Servizio di ristorazione a scuola e pasti a domicilio, ecco cosa cambia
Cronaca Valle Olona, 07 Maggio 2021 ore 14:40

E’ ormai al via il nuovo servizio di ristorazione scolastica e pasti al domicilio per il Comune di Castellanza.

Servizio di ristorazione, cosa cambia in città

Dal prossimo 1 luglio ci sarà una nuova società a gestire questo servizio sia per quanto riguarda i pasti consegnati al domicilio per le persone anziane o disabili sia per gli alunni dell’Istituto Comprensivo. E’ la Società CIR FOOD sc di Reggio Emilia che si è aggiudicata la gara le cui procedure hanno preso avvio nel mese di Settembre u.s. quando il Consiglio Comunale, con delibera n. 32 del 29/09/2020 ha stabilito il trasferimento della gestione da CSP – Castellanza Servizi e Patrimonio al Comune. La Giunta, poi, con delibera n. 157 dell’11 dicembre 2020 ha avviato le procedure di gara con delega alla S.U.A. – Stazione Unica Appaltante – della Provincia di Varese.

Molte saranno le novità a partire dal 1 luglio:

L’Amministrazione comunale- dice il sindaco Mirella Cerini -, infatti, nella delibera di dicembre ha indicato alcuni punti fermi che hanno ispirato il Capitolato Speciale d’Appalto. L’attenzione è stata fissata in modo particolare sul rispetto ambientale, sottolineando la necessità di ridurre gli sprechi alimentari e l’impatto ambientale. Per questo, in sostituzione delle tradizionali bottiglie di plastica, l’acqua verrà distribuita, a scuola, utilizzando direttamente l’acqua di rete, che verrà sottoposta a controlli periodici da parte della ditta e distribuita mediante erogatori microfiltranti collocati in ogni plesso”.

Anche la promozione di interventi di educazione alimentare è uno degli argomenti promossi dalla Giunta Comunale che ha richiesto specifici interventi su più livelli (nutrizionale, formativo e divulgativo) a favore di alunni, insegnanti e genitori. Ciò per garantire uno stile alimentare corretto a favore dei più piccoli, obiettivo che coinvolge tutti coloro che, a vario titolo, si prendono cura dell’educazione delle nuove generazioni ad una sana alimentazione.

In quest’ottica ben si colloca la proposta di miglioria inserita nel Capitolato Speciale d’appalto relativa all’inserimento di spuntini a base di frutta, yogurt, ortaggi crudi, miele a filiera corta, marmellate e cioccolata, come merenda del mattino da offrire ai bambini delle scuole primarie.

Nuovo portale web

Altra importante novità, che ha l’obiettivo di agevolare le famiglie e di semplificare le procedure di comunicazione tra utenza e Comune, è l’utilizzo di un nuovo portale web, accessibile da smartphone, pc e tablet, interamente dedicato al servizio ristorazione attraverso il quale le famiglie potranno iscrivere i figli al servizio, richiedere diete speciali e/o etico religiose, tenere monitorato il numero di pasti usufruiti e lo stato dei pagamenti, ottenere certificazioni ai fini delle detrazioni fiscali e/o attestazioni relative al Welfare Aziendale, consultare i menù in somministrazione, nonché procedere ai pagamenti con modalità on –line (mediante carta di credito oppure stampando l’avviso di pagamento da effettuare presso i punti PagoPA - poste italiane, Lottomatica, sportelli ATM bancomat, tabaccherie associate, appositi circuiti presenti sulla propria homebanking). Due, inoltre, saranno i punti POS Pago PA presenti sul territorio: uno presso la Farmacia Comunale e uno presso la Biblioteca Civica. Il sistema informatizzato aggiornerà automaticamente il saldo dell’utente anche con questa forma di pagamento.

Pasti a domicilio, come fare per prenotare

Analogamente i pasti al domicilio potranno essere prenotati tramite portale che consentirà prenotazioni settimanali e/o giornaliere attraverso specifico applicativo a disposizione degli utenti e dei loro familiari.

Molto apprezzabili i menù offerti dalla ditta sia per quanto riguarda il servizio scolastico che i pasti al domicilio. Si tratta di menù che pongono al centro i destinatari (bambini e anziani) con i loro gusti e le loro esigenze nutrizionali, nel rispetto di quanto previsto dalle Linee Guida Nazionali in tema di ristorazione collettiva e dalle Linee Guida di ATS Insubria.

Tutti i refettori, inoltre, verranno rinnovati e valorizzati con nuove attrezzature e una tinteggiatura che li renderà ancora più accoglienti e piacevoli per i bambini delle scuole.

In questo momento di cambiamento, un sentito ringraziamento viene rivolto alla ditta Compass Group Spa che ha gestito fino ad ora il servizio e, in particolare, si sottolinea l’impegno profuso in questo difficile anno scolastico, caratterizzato da nuovi e complessi assetti organizzativi imposti dalla situazione di emergenza sanitaria da COVID-19. Compass ha dimostrato ottima professionalità e capacità di adattamento al cambiamento in una situazione emergenziale senza precedenti.

Nel corso degli anni è sempre stata dedicata particolare attenzione al servizio mensa - dichiara il sindaco Mirella Cerini- consapevoli dell’importanza di una corretta alimentazione e dell’educazione alimentare. Le novità introdotte hanno l’obiettivo di rispondere in modo sempre più adeguato alle esigenze degli studenti, delle loro famiglie e degli insegnanti che hanno sempre manifestato un buon livello di soddisfazione dei servizi finora offerti.”

Torna alla homepage