Cronaca

Semina il panico in auto tra Montano Lucino e Beregazzo, via 120 punti dalla patente

E' successo lo scorso giovedì.

Semina il panico in auto tra Montano Lucino e Beregazzo, via 120 punti dalla patente
Cronaca 27 Agosto 2019 ore 10:47

Semina il panico in auto. E’ successo tra Montano Lucino e Beregazzo, il protagonista della vicenda dovrà dire addio alla patente visto che gli sono stati decurtati ben 120 punti dalla patente.

Semina il panico in auto tra Montano Lucino e Beregazzo

Sono le 18.30 di giovedì scorso, quando personale in borghese della Squadra Mobile, durante un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nelle zone boschive di Montano Lucino, nota una Peugeot 208 GT che si aggirava con fare sospetto. Le Forze dell’ordine hanno seguito l’auto a distanza per scrutarne i movimenti. Poco dopo il conducente ha iniziato ad effettuare una serie di sorpassi azzardati, incurante della segnaletica stradale e dei limiti di velocità, mettendo in serio pericolo l’incolumità degli altri automobilisti e delle persone intente ad attraversare sulle strisce pedonali. Viste le difficoltà di fermare la vettura in condizioni di sicurezza, le Forze dell’ordine hanno atteso il momento propizio, che è arrivato ad un’intersezione semaforica riportante colore rosso. Gli agenti prima hanno acceso la sirena, per poi intimare l’alt con la paletta. Il conducente della Peugeot, anziché fermarsi ha inserito la marcia e noncurante del semaforo rosso e dal possibile arrivo di altri automobilisti si è immesso a forte velocità sulla statale. E’ quindi iniziato l’inseguimento. Nel frattempo tramite la Sala Operativa ha inviato altre pattuglie, tuttavia poco dopo l’autovettura è sparita dalla vista degli operatori. Dopo circa 10 minuti, a Beregazzo l’auta è stata nuovamente intercetta, ma ancora una volta violando una miriade di articoli del codice della strada si sono perse le sue tracce.

Via 120 punti dalla patente

Sono quidi stati effettuati accertamenti sull’auto, che è risultata intestata ad una donna residente in provincia di Varese. La stessa è stata identificata e ha riferito che l’autovettura era in uso al figlio, 21enne, soggetto che dalle banche dati risultava essere stato segnalata alla Prefettura nel 2015 per detenzione di stupefacente per uso personale. E’ stata quindi convocata, insieme al figlio nella giornata di lunedì 26. Negli uffici della Questura si è così proceduto a notificare i diversi verbali scaturiti dalla violazione delle norme del codice della strada, per un ammontare complessivo 1060 euro, se pagati entro 5 giorni. In più al giovane sono stati decurtati 120 punti dalla patente di guida. Infine per la condotta tenuta lo stesso è stato anche deferito all’autorità giudiziaria, in stato di libertà, per il reato di resistenza.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter