Menu
Cerca
Trasporti

Sciopero treni domenica 24 gennaio, rischio cancellazioni e niente fasce di garanzia

Previste solo le corse sostitutive tra Milano Cadorna e l'aeroporto di Malpensa. L'azienda: "Sciopero pretestuoso"

Sciopero treni domenica 24 gennaio, rischio cancellazioni e niente fasce di garanzia
Cronaca Varese, 23 Gennaio 2021 ore 08:45

Treni, il sindacato Or.S.A ha dichiarato lo sciopero dalle 3 di domani, domenica 24 gennaio, fino alle 2 di lunedì.

Sciopero treni domenica 24 gennaio

Braccia incrociate, treni a rischio cancellazione e niente fasce di garanzia. Domani il personale Trenord del sindacato O.r.S.A. sarà in sciopero per tutta la giornata. Per tutta la giornata i treni regionali, suburbani a lunga percorrenza e i Malpensa Express potranno subire limitazioni e cancellazioni e inoltre, trattandosi di un giorno festivo, non sono previste fasce di garanzia. Per i collegamenti aeroportuali ci saranno autobus sostitutivi per le eventuali corse non effettuate tra Milano Cadorna (in partenza da via Paleocapa 1) e Malpensa, che non effettueranno però fermate intermedie.

Trenord: "Sciopero pretestuoso"

Duro il commento dell'azienda

Nonostante il periodo di difficoltà che coinvolge tutto il territorio nazionale a causa dell’emergenza pandemica e il richiamo al senso di responsabilità giunto dalla Commissione di Garanzia, il sindacato Or.S.A ha proclamato uno sciopero dalle ore 3 di domenica 24 gennaio alle ore 2 di lunedì 25.

"Nel promuovere un’agitazione per l’intera giornata in questo periodo di emergenza sanitaria, ancora una volta il sindacato Or.S.A utilizza lo strumento dello sciopero in modo pretestuoso, senza mostrare alcuna sensibilità per la situazione straordinaria che la Regione e il Paese stanno vivendo. Contrariamente da quanto affermato, non si è verificata alcuna violazione degli accordi sui turni di lavoro, così come non vi sono stati ritardi nella formazione del personale che, solo nel 2020, ha registrato 20mila ore erogate.

Un atteggiamento ulteriormente aggravato dal rifiuto opposto dal sindacato alla Commissione nazionale di Garanzia che, dopo un confronto con l’azienda, ha richiamato la stessa OrSA al senso di responsabilità, chiedendo di limitare l’orario dell’astensione fino alle ore 18 di domenica 24.

Or.S.A persegue infondati pretesti conflittuali – ha scritto Trenord dando notizia dello sciopero al Prefetto di Milano - tesi a minare le relazioni industriali, a procurare disagio sociale e a screditare l’azienda dinanzi alle pubbliche Autorità con campagne denigratorie a diversi livelli".

TORNA ALLA HOME