Cronaca
Tradate

Scarica una montagna di rifiuti nei campi, denunciata un'azienda del Milanese

 La Polizia locale è risalita all'autore dell'abbandono di via Archimede. L'assessore Pipolo: "La nostra crociata contro l'inciviltà non si ferma".

Scarica  una montagna di rifiuti nei campi, denunciata un'azienda del Milanese
Cronaca Tradate, 24 Ottobre 2021 ore 12:30

 

 

Scarica una montagna di rifiuti nei campi a confine con Locate, la Polizia locale individua il responsabile. Multata e denunciata un'azienda di Garbagnate Milanese.  Le saranno attribuite anche i costi di rimozione e bonifica dell'area.

Abbandona una montagna di rifiuti

I rifiuti scaricati nei campi di via Archimede. L'area è stata ripulita dagli operai della Seprio

Ditta di Garbagnate Milanese denunciata alla Procura della Repubblica per abbandono di rifiuti. La Polizia locale è riuscita a risalire al responsabile dell’ingente quantità di rifiuti scaricata illecitamente nelle campagne di via Archimede, un’area verde vicina al parco dei tre castagni, a confine tra Abbiate e Locate. Il materiale scaricato illegalmente era costituito da cartoni, pezzi di mobilia, impiantistica e persino un materasso. Tutti i rifiuti sono stati esaminati nella speranza di trovare anche il più piccolo indizio utile a risalire all'autore di quello scempio. A un certo punto tra l'immondizia gli agenti della Polizia locale hanno rinvenuto una fattura che era inequivocabilmente attribuita all’autore di quella inciviltà. Si tratta di un impresa di Garbagnate Milanese.

 Denunciata  e multata un'azienda del Milanese

Amareggiato, ma battagliero l'assessore all'Ecologica Vito Pipolo:

«Grazie all’ottimo lavoro della Polizia locale siamo riusciti ad identificare l’autore di quello scempio. Si tratta di un’azienda dell’hinterland di Milano che ha debitamente scaricato merce che avrebbe dovuto smaltire in proprio sul nostro territorio. E’ stata denunciata all’autorità giudiziaria per i reati in materia di tutela ambientale, multata e dovrà sostenere le spese per lo smaltimento dei rifiuti e il risanamento dei luoghi. Un bel salasso».

L’area è già stata ripulita: «Grazie all’efficienza degli operai di Seprio», aggiunge Pipolo che annuncia un nuovo giro di vite contro i furbetti dei rifiuti, aumentati con la pandemia. «Qualche mese fa avevamo denunciato penalmente un’altra azienda, questa volta di Arcore, che aveva riversato un camion di rifiuti nei boschi del parco Pineta».