Brianza

Scappano sullo scooter rubato: fermati dagli agenti, ridono e tentano di farsi i selfie

E' successo tra Monza e Cinisello. I due ragazzini sono stati denunciati per ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale in concorso e detenzione di oggetto atto ad offendere

Scappano sullo scooter rubato: fermati dagli agenti, ridono e tentano di farsi i selfie
Cronaca 21 Agosto 2021 ore 14:18

Scappano sullo scooter rubato: fermati dagli agenti, ridono e tentano di farsi i selfie di ricordo. I due minorenni - uno di 14, l'altro di 15 anni - sono stati denunciati.

Scappano all'alt degli agenti

I fatti si sono verificati ieri, venerdì 20 agosto 2021, tra Monza e Cinisello. Erano circa le 15.50, quando una pattuglia della Polizia locale del Comando di via Marsala, ha intercettato in Vittorio Veneto (a Triante) un ciclomotore privo di targa con due ragazzini a bordo entrambi sprovvisti di casco.

Gli agenti hanno raggiunto lo scooter, intimando l'alt: ma, per tutta risposta, il conducente ha accelerato, dirigendosi prima verso il centro città, percorrendo via Cavallotti e le sue strade laterali, poi dirigendosi verso la periferia in direzione di Cinisello Balsamo.

La fuga rocambolesca

Gli agenti li hanno quindi nuovamente raggiunti, intimando loro, ancora una volta, di fermarsi. Invano. I giovani hanno proseguito zigzagando tra i veicoli fino a che, arrivati a Cinisello, nell'affrontare la rotonda con via Petrella, lo scooter è scivolato e i due adolescenti sono finiti per terra.

Nonostante la caduta entrambi hanno tentato di nuovo la fuga, questa volta a piedi. Una fuga durata pochissimo, visto che sono stati presto raggiunti dagli agenti. Sul posto sono intervenute anche due pattuglie dei Carabinieri di Cinisello per l'identificazione dei due giovani: si tratta di un 15enne e un 14enne, entrambi residenti a Cinisello.

Fermati a Cinisello

Viste le lievi ferite riportate a seguito della caduta, le Forze dell'ordine hanno chiamato il 118 e dopo le cure iniziali, sono stati trasportati al pronto soccorso del San Gerardo, dove sono stati raggiunti dai genitori.

A seguito dell'attività è emerso come il motorino fosse di provenienza furtiva. Inoltre, a seguito delle perquisizioni, è stato rinvenuto un coltello di 13 centimetri e sostanza stupefacente per uso personale, rispettivamente detenuti dal ragazzo di 15 anni e da quello di 14 anni.

I due giovani sono stati denunciati alla procura per i minori di Milano, per il reato di ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale, in concorso. Poi per detenzione di oggetto atto ad offendere. Ciclomotore, coltello e droga sottoposti a sequestro.

Ridono e tentano di farsi i selfie

Il ragazzo più giovane verrà segnalato alla Prefettura per detenzione di sostanza stupefacente. Verranno loro anche contestate numerose violazioni al codice della strada. I due giovani si sono mostrati per nulla pentiti per l'accaduto o preoccupati per le conseguenze. Anzi, hanno riso e in più occasioni hanno tentato di farsi dei selfie, forse a ricordo della bravata o da pubblicare per vantarsene.