Menu
Cerca
Venegono Inferiore

Salgono i contagi, sospese le lezioni in presenza per gli alunni dell’elementare Manzoni

 Oggi 4 classi su 14 sono già in quarantena.  Premazzi: "Il provvedimento di Ats è stato fatto in modo preventivo per evitare la diffusione del virus e la messa in quarantena di tutta la scuola”

Salgono i contagi, sospese le lezioni in presenza per gli alunni dell’elementare Manzoni
Cronaca Tradate, 30 Aprile 2021 ore 18:45

 

 

 

Salgono i contagi, lezioni in presenza sospese fino al 17 maggio per gli alunni della Manzoni

Ad oggi sono 8 i casi di positività spalmati su più sezioni (casi anche nei gruppi del servizio pomeridiano) e 4 le classi in quarantena. <Ats ha applicato un provvedimento preventivo, il passaggio alla dad per tutte le 14 classi, così da contenere la diffusione del virus ed evitare misure più rigide qualora il contagio interessasse il 50% della scuola”, ha spiegato il primo cittadino Mattia Premazzi.

 

 Salgono i contagi, alla Manzoni tuti in Dad

Salgono i contagi da domani e fino al 17 maggio gli alunni seguiranno le lezioni a distanza. “Mi auguro  che questo intervento possa contenere le positività  per poter tornare tra 14 giorni alla didattica in presenza  congelando l’ipotesi di nuovi contagi sul nascere”.

Commenta il sindaco Mattia Premazzi spiegando:

 “Ats ha emanato un provvedimento di sospensione delle lezioni in presenza  mettendo a didattica a distanza la nostra scuola elementare Manzoni questo perché si sono registrati alcuni casi positività e  già 4 classi sono in quarantena.   Questo provvedimento è fatto anche in modo preventivo, come ha spiegato Ats,  per evitare che un ulteriore incremento di casi possa portare ad aumentare le classi in quarantena.  Se si arrivasse al 50 % delle classi in quarantena il protocollo prevedrebbe misure più rigide e la quarantena di tutta la scuola. Quello previsto oggi da Ats è un intervento che si limita a passare alla didattica a distanza per per 14 giorni per tutte le classi. Quelle già in isolamento seguiranno la procedura prevista e rientreranno in classe con la ripresa delle attività, il 17 maggio”.

8 casi accertati e 4 classi in isolamento

Attualmente si parla di 7/8 casi di positività però diffusi su più sezioni ( alcuni anche in qualche gruppo del servizio pomeridiano Spinf) “aspetto che  rende la situazione più delicata soprattutto alla luce di una variante inglese del Covid molto più veloce e contagiosa”, continua Premazzi.   Nei giorni scorsi Ats e Comune hanno monitorato la situazione costantemente ma alla luce di possibili altri sospetti di positività hanno deciso di intervenire per contenere ogni rischio. “La normativa a tale riguardo parla chiaro:  – precisa Premazzi – con il 50% delle classi in quarantena tutta la scuola va in quarantena, col 30% ( situazione di oggi) si attiva la sospensione dell’attività in presenza  a fronte dell’attività a distanza mantenendo in quarantena le sole classi che già lo sono”

 “Comprendiamo il disagio, ma confidiamo di tornare presto alla normalità”

Il sindaco Mattia Premazzi esprime solidarietà alle famiglie:

“Speriamo  che sia un intervento  preventivo che possa tutelare i nostri bambini, ma anche la salute di tutte le loro famiglie . Capisco che sia un difficile sacrificio per gli studenti e per noi genitori ma siamo però chiamati ad affrontarlo insieme  e speriamo di poter tornare a metà maggio tutti in classe  avendo sanificato la scuola e coi casi di positività di oggi risolti”