Menu
Cerca
Cronaca

Ruspe in via San Francesco a Saronno: lì sorgerà un nuovo supermercato

Nel quartiere Prealpi, all'angolo con via Sabotino, verrà abbattuta anche la casa recentemente occupata dai Telos; soddisfazione in casa Lega.

Ruspe in via San Francesco a Saronno: lì sorgerà un nuovo supermercato
Cronaca Saronno, 30 Maggio 2021 ore 15:00

Ruspe in via San Francesco: questa mattina, domenica 30 maggio, a Saronno sono iniziati i lavori di abbattimento dei vecchi stabili all'angolo con via Sabotino, nel quartiere Prealpi.

Ruspe in via San Francesco a Saronno: lì sorgerà un nuovo supermercato

Come spiegato dall'assessore alla Rigenerazione urbana, Alessandro Merlotti, durante un Consiglio comunale, in quest'area sorgerà un supermercato di 1200 metri quadri con ampio parcheggio, per un totale di 4400 metri quadrati di superficie. Nel progetto di ristrutturazione è previsto anche l'abbattimento della casa che recentemente fu occupata abusivamente dagli anarchici del centro sociale Telos.

Ruspe in via San Francesco: la soddisfazione della Lega

Sulla questione è subito intervenuta la leghista, ed ex assessore all'Urbanistica della giunta Fagioli, Lucia Castelli.

Non si parla mai abbastanza delle riqualificazioni in corso nella città di Saronno. Ed in particolare non si sottolinea mai a sufficienza quanto esse garantiscano una migliore qualità di vita a chi risiede nella zona coinvolta. E' il caso della riqualificazione in atto del comparto che si affaccia su via San Francesco e via Sabotino che accoglierà uno spazio commerciale. Qui a brevissimo sarà abbattuto un edificio di piccole dimensioni, ma che di frequente è stato preso di mira da anarchici, centri sociali e gruppi che proclamavano l'autogestione per farne il loro quartier generale nel più assoluto disprezzo delle regole. La demolizione del piccolo edificio eliminerà un luogo che, suo malgrado, ha spesso causato disagio nel quartiere Prealpi e restituirà, si spera, la tranquillità e la serenità che dovrebbero contraddistinguere tutte le zone residenziali cittadine. Garantire una migliore qualità di vita, che fino a poco tempo fa non era possibile ottenere, è stato l'intento della riqualificazione dell'ambito in discussione.

TORNA ALLA HOME