Cronaca
Covid

Ricoveri Covid in crescita in Valle Olona: "Pronti ad attivare fino a 110 posti letto"

Con l'aumento di pazienti positivi iniziano a presentarsi le criticità. Arici: "Crescita dei ricoveri meno drammatica dell'anno scorso, procediamo per gradi per ridurre l'impatto sull'attività chirurgica"

Ricoveri Covid in crescita in Valle Olona: "Pronti ad attivare fino a 110 posti letto"
Cronaca Saronno, 21 Dicembre 2021 ore 16:16

A oggi, 21 dicembre 2021, sono ricoverati negli Ospedali dell’ASST Valle Olona 62 pazienti Covid-19, così suddivisi.

Ricoveri Covid, il punto in Asst Valle Olona

Sessantadue pazienti ricoverati, di cui 33 a Busto Arsizio, 17 a Gallarate e 12 a Saronno, con 11 pazienti (8 a Busto, 2 a Gallarate e 1 a Saronno) in ventilazione assistita non invasiva con casco C-Pap, con un'età media di 74 anni. E 13 persone in accertamento al Pronto Soccorso di Busto con sintomatologia riconducibile al SARS-CoV-2. E' il punto della situazione dei ricoveri Covid negli ospedali dell'Asst Valle Olona che, come tutte le strutture ospedaliere, sta facendo i conti con un progressivo aumento delle richieste di ricovero da diverse settimane a questa parte.

Il Direttore Sanitario: "Pronti ad arrivare a 110 posti"

62 ricoveri a fronte di una disponibilità in questo momento di 70 posti letto. Numero che l'azienda ospedaliera è pronta a far crescere se necessario.

"Come prevedibile l’incremento della circolazione del Covid, a cui aggiungere le notizie ancora frammentarie sulla variante Omicron che non permettono di prevedere i prossimi sviluppi dell’epidemia, stanno avendo un significativo impatto sulle strutture ospedaliere in ogni dove - spiega il Direttore Sanitario Claudio Arici - Lo stanno sperimentando, in primis, le aree di Pronto soccorso. Sono state riattivate in modo consistente le aree Covid, e l’applicazione delle misure di sicurezza, i percorsi differenziati, la necessità di avere i risultati dei tamponi prima di procedere con la dimissione e il ricovero stanno determinando situazioni di criticità dovute all’affollamento. Ciò rallenta i percorsi anche per gli accessi delle persone Covid negative.

L’Azienda, sulla base delle necessità di ricovero delle persone con malattia da Covid che si presentano in Pronto soccorso, rimodula giorno per giorno la conversione di posti letto Covid free in posti letto Covid. Fortunatamente la crescita dei ricoveri Covid è più lenta, meno drammatica, di quella che abbiamo vissuto lo scorso autunno e che ha costretto, in breve tempo, a chiudere quasi totalmente l’attività programmata di molte specialità mediche o chirurgiche in brevissimo tempo.

Per ora l’Azienda sta procedendo per gradi, privilegiando la conversione di letti di area medica e riducendo al minimo l’impatto
sull’area chirurgica, con un percorso che dagli attuali 70 posti letto Covid possa arrivare gradualmente e secondo le necessità
sino al livello di 110 posti letto totali. Saranno coinvolti i Presidi di Busto Arsizio (sino a 50 posti letto), Gallarate (sino a
30 posti letto) e Saronno (sino a 30 posti letto). Sulla base delle indicazioni regionali non prevediamo, per ora, di aprire posti letto di Rianimazione poiché la rete regionale è in grado di accettare i pazienti che necessitano di Terapia intensiva".