Cronaca
Fuggito all'estero

Rapina a Caronno: un anno dopo, l'arresto in Provenza

Cambiare Stato non gli è servito: arrestato in Francia, ora attende l'estradizione

Rapina a Caronno: un anno dopo, l'arresto in Provenza
Cronaca Saronno, 29 Ottobre 2021 ore 11:47

E' stato arrestato in Provenza, un anno dopo i fatti, il 20enne di origini tunisine ritenuto responsabile di una rapina a Caronno Pertusella, in stazione.

Rapina a Caronno, arresto in Provenza

I fatti risalgono a più di un anno fa. Era il 4 ottobre 2020 quando i Carabinieri di Saronno ricevevano la richiesta d’intervento a Caronno Pertusella dove si era appena consumata una rapina nei pressi della stazione ferroviaria.

La vittima, una signora del luogo era stata scaraventata a terra da due malviventi con una violenta spinta e più volte strattonata per essere derubata della borsa con all’interno poche centinaia di euro in contanti, documenti e alcune tessere bancomat oltre gli effetti personali. La caduta aveva provocato alla donna un trauma cranico e altre ferite minori, oltre che il grosso spavento.

Le indagini e la fuga

Immediatamente venivano avviate le indagini dai Carabinieri della Stazione di Caronno Pertusella e del nucleo Operativo di Saronno che hanno visto impegnati i militari in accertamenti tecnici di localizzazione telefonica e rilevamento tracce biologiche, acquisizione di numerose immagini degli impianti di videosorveglianza che hanno consentito di risalire ad alcuni particolari dei tratti somatici di uno dei due responsabili che confrontati con le foto segnaletiche degli archivi Forze di polizia hanno permesso di fornire un’identità alle indefinite figure riprese dalle telecamere.

Tutti gli elementi raccolti sono quindi stati trasmessi alla competente Autorità Giudiziaria di Busto Arsizio che concordando con le ricostruzioni dei Carabinieri emetteva la misura cautelare della Custodia in carcere nei confronti del 20enne. Ma nel frattempo l’uomo si era evidentemente dato alla fuga essendosi conclusa con un verbale di vane ricerche l’esecuzione della misura cautelare, sono stati necessari quindi altri mesi di accertamenti per poter dar corso al provvedimento restrittivo.

Trovato a La Ciotat, in Francia

Tutte le indagini telematiche, e localizzazioni eseguite dai carabinieri del Nucleo Operativo di Saronno indicavano la possibile presenza del ricercato a La Ciotat, un’affascinante cittadina della Provenza Costa Azzurra Francese, nota poiché presso la sua stazione ferroviaria nel 1896 fu girato uno dei primi film dei fratelli Lumiere, “L’arrivo di un treno alla stazione”.

Avviata la procedura MAE, ovvero la richiesta di Mandato d’Arresto Europeo attraverso il quale si consente e si chiede alle polizie europee di procedere all’arresto  di persone per provvedimenti giudiziari di stati esteri la polizia francese in breve tempo ha effettivamente rintracciato l’uomo  nella città di La Ciotat e tratto in arresto per essere messo a disposizione delle autorità italiane che ora ne dovranno curare l’estradizione