Salute

Radiologia dell’ospedale Galmarini: il punto dell’Asst

Il Dg Bonelli: "Stiamo intensificando i nostri sforzi per assumere gli specialisti necessari".

Radiologia dell’ospedale Galmarini: il punto dell’Asst
Tradate, 31 Gennaio 2020 ore 15:27

L’intervento dell’Asst Sette Laghi dopo l’articolo sullo stato della Radiologia di Tradate e la sua prossima esternalizzazione, pubblicato su La Settimana di Saronno di venerdì 31 gennaio.

Radiologia Tradate, cosa succede

L’Asst Sette Laghi sta valutando l’opportunità di affidare a una società esterna i servizi di Radiologia dell’ospedale di Tradate e di quello di Cittiglio. Così si apprende dalla delibera dell’azienda ospedaliera, pubblicata da La Settimana di Saronno. Una possibilità già vista in Pronto Soccorso, allo scopo di garantire il servizio ottimizzando le risorse, compensando le difficoltà nel trovare nuovi medici e ridurre le liste di attesa per gli esami, lunghe diversi mesi.

Il Dg Bonelli: “Lavoriamo per offrire la miglior risposta ai pazienti”

Il Direttore Generale dell’Asst Sette Laghi Gianni Bonelli è intervenuto, dunque, per spiegare la situazione non solo dell’ospedale di Tradate ma di tutti gli ospedali dell’azienda:

“L’obiettivo per cui lavoriamo quotidianamente è quello di offrire una risposta completa, appropriata e tempestiva alla domanda di salute degli abitanti del territorio, utilizzando al meglio il patrimonio tecnologico disponibile e valorizzando le risorse umane che lavorano in Azienda. – tiene a chiarire il DG Bonelli – Per riuscirci, è indispensabile partire dalla considerazione che la nostra è un’Azienda molto grande, in cui, attualmente, ben 54 radiologi dipendenti lavorano in dieci diverse sedi di erogazione dei servizi di diagnostica: ne deriva, sul lato del personale, la necessità di far fronte ad un turnover importante, incisivo, mentre, sul lato del parco macchine, l’esigenza di procedere a manutenzioni, aggiornamenti e sostituzioni continue”.

Bandi costantemente aperti

Prosegue Bonelli:

“E’ solo partendo da questa consapevolezza che si possono trovare soluzioni organizzative atte a mantenere ed aumentare i servizi erogati, nonostante la difficoltà diffusa nel reperire nuovi professionisti. Una difficoltà che non deve scoraggiare, né diventare una giustificazione di fronte alle difficoltà. Stiamo quindi intensificando i nostri sforzi per assumere gli specialisti necessari, sia mantenendo aperti costantemente i bandi per le assunzioni, sia facendo conoscere la realtà e le potenzialità delle nostre strutture, affinché possano esercitare tutta la loro attrattività. A questo proposito, la nostra Azienda ha appena assunto 7 nuovi radiologi, esaurendo la graduatoria del concorso, 7 tecnici di Radiologia da ottobre e altri 6 sono in fase di assunzione“.

L’apporto delle strutture convenzionate

Per quanto riguarda i tempi d’attesa, l’azienda precisa che

“la TC encefalo con e senza contrasto è disponibile nel giro di pochi giorni in diverse strutture convenzionate attive nel nostro territorio, come riportato dalla piattaforma regionale MOSA. Lo stesso per quanto riguarda la prestazione di mammografia + ecografia, disponibile sul territorio nel giro di pochi giorni rivolgendosi alle strutture convenzionate. Per quanto riguarda le radiografie, si tratta di prestazioni che normalmente siamo in grado di soddisfare nel giro di poche settimane, anche nella nostra Azienda: al momento, ad esempio, la maggior parte delle tipologie di radiografie è disponibile entro marzo, spesso anche nella prima metà di febbraio“.

Guardando alla Risonanza Magnetica del Galmarini di Tradate, la situazione dovrebbe migliorare presto, non appena si concluderà l’intervento di riorganizzazione in corso che ne permetterà l’apertura per 5 giorni la settimana, dalle 8 alle 18.

Infine – concludono dall’azienda –  dal prossimo mese di marzo, nei CUP ospedalieri della nostra Azienda, ovvero quelli del Circolo, del Del Ponte, di Cittiglio, di Luino, di Angera e di Tradate, sarà possibile prenotare visite ed esami non solo nelle nostre strutture ma in tutte le sedi di erogazione di Regione Lombardia”.

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE