Cronaca
Daniela Piri

Raccolta fondi per IEO nel ricordo di Daniela Piri

La raccolta fondi si chiuderà il 20 aprile, giorno del compleanno di Daniela scomparsa a soli 44 anni

Raccolta fondi per IEO nel ricordo di Daniela Piri
Cronaca Groane, 12 Febbraio 2022 ore 11:00

Una raccolta fondi in favore dell'Istituto Europeo di Oncologia per ricordare Daniela Piri. È questa la volontà della famiglia a distanza di poche settimane dalla scomparsa della giovane donna cogliatese. Daniela è venuta a mancare lo scorso mercoledì a soli 44 anni, sconfitta da una malattia che, negli anni precedenti, non era riuscita comunque ad intaccare il suo sorriso.

 

Una raccolta fondi per l'Istituto Europeo di Oncologia

Raccolta Fondi a nome Daniela Piri a favore di IEO - Istituto Europeo di Oncologia.
"E se non mi trovi cercami in un sogno" (Vasco Rossi).
Per volontà della Famiglia, per ricordarla con un gesto importante e concreto, perché il suo sacrificio non sia vano e perché la ricerca possa prima o poi trovare cure definitive, abbiamo avviato una raccolta fondi a favore dello IEO - Istituto Europeo di Oncologia.
Di seguito l'IBAN della carta prepagata su cui è possibile effettuare donazioni con la causale "Raccolta Fondi a nome Daniela Piri a favore di IEO - Istituto Europeo di Oncologia".
IBAN: IT86D0359901899083748506203
Intestato a: Ivan Basilico
La raccolta fondi si chiuderà il 20 aprile, giorno del compleanno di Daniela, dopodiché procederemo con il bonifico a favore dello IEO.
Ringraziamo di cuore chiunque parteciperà, in qualsiasi modo, a questa campagna, sia con una donazione, sia condividendone il messaggio.

Il ricordo dell'amico Ivan

La ricordava così Ivan Basilico, grande amico di Daniela e uno dei promotori della raccolta fondi: «Per tanti anni il suo sorriso è stato più forte della malattia. Il primo pensiero di Daniela era proprio rivolto ai suoi figli. Si può dire che vivesse in funzione loro. Tutta l’energia che aveva la riversava all'interno della sua famiglia e alle varie esperienze che i figli vivevano. Il calcio, l’oratorio, il catechismo. Era sempre presente e non si perdeva mai d’animo. È sempre stata una persona leale, sincera e onesta. Non ha mai voluto  piangersi addosso, non ha mai voluto far pesare la sua malattia sugli altri. Anzi, era sempre particolarmente attiva. Anche nelle ultime settimane, chiedeva sempre quando sarebbe potuta tornare a lavorare». Grande appassionata di Vasco, proprio una frase del suo cantautore preferito è stata presa per lanciare la raccolta fondi.

Seguici sui nostri canali