Menu
Cerca
Salute

Pronto Soccorso di Saronno abbandonato? L'Asst Valle Olona replica al Movimento

Il Dg Porfido elenca lavori fatti e in fase di programmazione per oltre 20 milioni di euro. "Ci si poteva giustificare dicendo che la pandemia ha bloccato tutto ma non è nel nostro stile. Bastava chiedere"

Pronto Soccorso di Saronno abbandonato? L'Asst Valle Olona replica al Movimento
Cronaca Saronno, 21 Maggio 2021 ore 13:30

La scorsa settimana il Movimento 5 Stelle aveva rialzato l'attenzione sull'Ospedale di Saronno. Motivo, la segnalazione di alcuni cittadini di macchie e muffa sui controsoffitti della sala d'attesa. Ma da quello, il Movimento era partito per chiedere conto degli investimenti fatti dall'Asst Valle Olona per l'ospedale cittadino. E l'azienda oggi risponde.

Pronto Soccorso, l'Asst Valle Olona replica

Un non detto circa investimenti non eseguiti e risorse presenti "solo" sulla carta che l'Asst Valle Olona rigetta in toto. In una nota, l'azienda ricorda gli interventi effettuati dal 2020 per l'Ospedale di Saronno. I più corposi sono il Day Hospital Oncologico (200mila euro), il pre triage Covid nella camera calda del Pronto Soccorso (25mila euro), l'installazione di una nuova TAC in aggiunta a quella già esistente (530mila euro) e un nuovo apparecchio radiologico di Pronto Soccorso (250mila euro).

In fase d'opera invece i lavori per l'adeguamento antincendio con un nuovo impianto idrico in caso di emergenza fiamme, nuove rampe d'emergenza per gas medicali, messa a norma antincendio del CPS di via don Bellavita per 1,3 milioni di euro e la riqualificazione e messa a norma delle centrali e sottocentrali tecnologiche nell'ambito del MIES 2 con la sostituzione della centrale termica del Padiglione Giallo.

"Complessivamente sono stati quindi investiti sull'Ospedale di Saronno quasi 3 milioni di euro", rimarcano dalla Valle Olona.

"Quanto sopra - aggiungono in una nota - inoltre, è stato realizzato nonostante lo stato d'emergenza tuttora in corso e si ricorda che la pandemia ha comportato diverse trasformazioni non solo organizzative ma anche strutturali ed impiantistiche".

I prossimi lavori

I tre milioni di lavori però, ovviamente, sono destinati a crescere. In programma ricorda l'azienda ci sono la ristrutturazione del settimo e ottavo piano del Padiglione Vedre per realizzare nuove sale operatorie e degenze (6 milioni di euro); l'antincendio con la riqualificazione della nuova Psichiatria e delle degenze di Pediatria, ora in fase di progettazione preliminare (3 milioni di euro); la ristrutturazione del Padiglione Marrone per il potenziamento delle terapie intensive e sub intensive, in fase preliminare (10 milioni di euro).

Il "caso" del Pronto Soccorso

"Per i pannelli del controsoffitto, rovinati per una banale perdita a livello impiantistico, come consuetudine, si provvederà nel breve alla sostituzione - rassicura il DG Eugenio Porfido - Ci si poteva benissimo giustificare scrivendo che 'per via della pandemia è rimasto tutto bloccato' ma questo non è nello stile della nostra Azienda che, nel frattempo, oltre a curare i malati (non solo di Covid) ha continuato a sviluppare nuovi progetti. Gli esponenti del Movimento 5 Stelle di Saronno non hanno mai chiesto alcunché all'azienda, sempre disponibile al confronto, sullo stato dei lavori in essere e quelli in avvio, mentre pare siano ben predisposti alle fotografie per le quali invece non è mai stata chiesta autorizzazione".