Menu
Cerca
Sociale

Profit e no profit insieme in provincia di Varese per Progetto Sociale2

Dall'obbligo di legge a un'opportunità per tutta la comunità

Profit e no profit insieme in provincia di Varese per Progetto Sociale2
Cronaca Gallarate, 01 Maggio 2021 ore 08:50

E’ stato presentato oggi il case history “Volandia-De Tomasi”, due importanti realtà del territorio che hanno applicato quanto previsto dal progetto “Sociale2” ideato e promosso da Naturcoop, una sperimentazione unica in Italia per creare soluzioni sinergiche fra mondo profit e no-profit che abbiano ricadute sociali positive sulla comunità locale.

Progetto Sociale2, dall’obbligo all’opportunità per il territorio

Un esempio virtuoso di collaborazione fra istituzioni e privati che consente alle aziende che per tipologia di lavoro non sono in grado di assolvere all’obbligo di assumere diversamente abili, possano farlo proprio tramite una cooperativa generando valore
aggiunto per le realtà senza scopo di lucro, come ad esempio il Parco e Museo di Volandia.

Il progetto Sociale al quadrato vede la collaborazione di quattro attori del nostro territorio:

Officina Meccanica Aldo de Tomasi

Importante realtà produttiva del varesotto. Intende rispettare le previsioni della legge 68/99 “Norme per il diritto al lavoro dei disabili”. È
interessata a progetti di Responsabilità Sociale di Impresa e a creare Impatto Sociale positivo nel proprio territorio.

Naturcoop

Storica cooperativa sociale di Somma Lombardo. È alla ricerca di nuovi ambiti lavorativi e nuove commesse per mantenere sempre alta la percentuale di lavoratori svantaggiati assunti in cooperativa: è la sua Mission.

Provincia di Varese: Settore Lavoro

È l’istituzione responsabile dell’attuazione della legge 68/99 tramite il CMD, Collocamento Mirato Disabili.

Fondazione Volandia

Il Parco e Museo del Volo di Volandia è il più grande museo aeronautico italiano, nonché uno dei maggiori a livello europeo. Il museo, situato a Somma Lombardo e adiacente l’Aeroporto di Milano-Malpensa, si sviluppa negli edifici delle storiche Officine Aeronautiche Caproni 1910. Dalla sua fondazione, avvenuta nel 2010, il parco-museo si è arricchito di numerose collezioni, tra cui la Collezione Ogliari ed il Museo Flaminio Bertoni; ospita inoltre la Collezione Bertone, che raccoglie alcune tra le autovetture più celebri disegnate dalla carrozzeria torinese. Il complesso si trova all’interno del Parco del Ticino.

Il quadro normativo

È costituito dalla legge 68/99 “Norme per il diritto al lavoro dei disabili”, che prevede obbligo di assunzione di persone con disabilità per le aziende che superano i 15 dipendenti, e dalla Convenzione articolo 14 Dlgs 276/03. La Convenzione articolo 14 prevede che l’azienda conferisca ad una cooperativa sociale una commessa di lavoro a seguito della quale la cooperativa assume persone con disabilità.

I lavoratori con disabilità, impiegati dalla cooperativa a seguito della Convenzione, valgono a copertura della quota di obbligo prevista dalla legge 68/99 per l’azienda committente. La Provincia di Varese, in particolare l’ufficio Collocamento Mirato Disabili, è garante della
congruità e della regolarità della procedura di convenzionamento articolo 14.

Soluzione win-win

A partire dall’ottobre 2020 e per 12 mesi, Officina Meccanica Aldo de Tomasi sponsorizza la manutenzione straordinaria delle aree verdi di Volandia e ne affida l’esecuzione a Naturcoop:

  • Officina Meccanica Aldo De Tomasi si impegna a sponsorizzare la manutenzione straordinaria delle aree verdi di Fondazione Volandia > rispetto della legge, visibilità e ritorno di immagine.
  • Naturcoop cura l’abbattimento di 5 piante pericolose e la potatura di 46 piante di alto fusto del parco del Museo del Volo > Un lavoratore con disabilità assunto in cooperativa.
  • Fondazione Volandia può contare su un importante risparmio sulle spese di manutenzione, cifra che può reinvestire in altri progetti > Valorizzazione della cultura e del nostro territorio.
  • Provincia di Varese incrementa il numero di postazioni a disposizione per le persone con disabilità > assunzioni in una realtà con grande esperienza nella gestione di progetti di inserimento lavorativo

I Protagonisti

Mattia Premazzi, consigliere provinciale delegato alle Politiche del Lavoro:

“Abbiamo dato vita a un’operazione di successo: l’obbligo di legge a cui l’azienda era tenuta è diventata un’opportunità per la comunità, con il valore aggiunto che Naturcoop si fa carico di far lavorare le persone che fanno parte delle categorie più fragili, che hanno minori possibilità di inserimento lavorativo. Sono orgoglioso di questo risultato e ringrazio tutti gli attori: abbiamo fatto davvero squadra, unendo gli obiettivi della pubblica amministrazione con quelli del terzo settore e dei privati, e coinvolgendo un ente come Volandia che è conosciuto non solo sul territorio per il suo prestigio. Spero che questo caso faccia da modello per l’attivazione di altre operazioni vincenti come quella che abbiamo presentato oggi, qualcuno si sta già muovendo, speriamo di poterne presentare presto altre. Provincia e l’Ufficio Collocamento Mirato Disabili saranno sempre a disposizione per tutto il supporto necessario”.

Paolo Cova, Direttore di Naturcoop:

“L’articolo 14 della Legge Biagi permette alle aziende con più di 15 dipendenti di assolvere all’obbligo di assunzione di persone con disabilità (Legge 68/99) con la collaborazione di cooperative sociali di tipo B. Naturcoop è stata una delle prime cooperative sociali di tipo B a stipulare convenzioni con aziende private del territorio. I nostri punti di forza sono costituiti dall’esperienza nei percorsi di inserimento di persone con disabilità e dalla nostra professionalità nella realizzazione delle commesse, in questo caso commesse di manutenzione del verde. Il progetto Sociale2, inserendo nel quadro della Convenzione articolo 14 una realtà non-profit è l’esempio virtuoso di come un obbligo di legge si trasforma in opportunità per la società intera”.

Luciano Azzimonti, vicepresidente di Volandia:

“Volandia è ben lieta di essere uno dei protagonisti di un progetto così importante e dal grande valore sociale, che ha saputo mettere insieme pubblico e privato. Grazie a Naturcoop è stata messa a punto con grande professionalità, la manutenzione della nostra area esterna, a partire dalla regolarizzazione delle chiome dei pini, degli abeti, dei tigli e dei tanti altri tipi di alberi che abbiamo negli ampi spazi all’aperto che rappresentano una cornice verde dell’esposizione museale che la rende unica nel suo genere. Il nostro ringraziamento va anche alla Provincia di Varese che tramite il settore Lavoro ha reso possibile tutto questo. Volandia da sempre ha nel suo Dna un rapporto stretto con il territorio e le realtà che la rappresentano: questo progetto ne è soltanto un esempio di cui andare orgogliosi”.