Cronaca
Locate Varesino

Finto tecnico e finto vigile ora lavorano in coppia: coppia ingannata e derubata

Truffatori in continua evoluzione per trarre in inganno gli anziani. L'ultimo, particolare, colpo a Locate Varesino

Finto tecnico e finto vigile ora lavorano in coppia: coppia ingannata e derubata
Cronaca Comasca, 25 Settembre 2021 ore 13:26

Guardia e ladri "in coppia" per truffare un'anziana coppia di Locate Varesino. Prima si è presentato il finto tecnico ma i due proprietari di casa non ci sono cascati. Poco dopo un altrettanto finto agente della Polizia locale, riuscito a superare le difese delle due vittime.

Finto tecnico e finto vigile: attenzione al nuovo trucco

"Abbiamo appena arrestato un truffatore che si fingeva un tecnico, abbiamo saputo che era passato anche da voi. Posso entrare?". Dev'essere più o meno così che è andata mercoledì mattina in una casa di via Leonardo da Vinci a Locate. Perchè non bastavano i truffatori che si fingono tecnici dell'acqua, del gas o del Comune,l o quelli che si spacciano per agenti della Polizia locale. Ora lavorano anche in coppia.

Lavoro criminale di squadra

Vittima una coppia di 80enni. Primo a citofonare, il tecnico. Un copione collaudato e ormai ben noto il suo, che non è riuscito a trarre in inganno i due anziani, che lo hanno allontanato. Scampato il pericolo, si sono abbassate le difese ed è entrato in campo il socio.

Al cancello della casa poco dopo si è presentato un agente della Polizia locale. Con tanto di divisa, o almeno un vestiario sufficiente a farlo scambiare per tale. Avrebbe detto ai due anziani di aver appena arrestato un truffatore che si aggirava in zona spacciandosi per un tecnico. Sapeva che così facendo gli anziani si sarebbero sentiti coinvolti, avendo ricevuto la visita di quel fantomatico personaggio, ma al contempo sicuri e protetti da quel volto rassicuranti di agente di polizia. E così, senza nutrire alcun sospetto, lo hanno accolto nella propria casa. A quel punto il falso vigile con una scusa è riuscito a farsi mostrare il contante che avevano in casa (circa 700 euro) e con astuzia a rubarlo e a fuggire.

Quando gli anziani si sono accorti del furto ormai il truffatore si era dileguato. Allertati sono intervenuti prontamente i carabinieri della caserma di Mozzate che hanno raccolto la testimonianza degli anziani aprendo la caccia ai malviventi. Le indagini continuano ma l’avvertimento è sempre lo stesso: non aprire ad estranei e in caso di sospetto, anche se si ha davanti una divisa, allertare le forze dell’ordine.