Cronaca
Como

"Pride Omofollia": manifesti shock del Movimento Nazionale contro il Pride di Como

I militanti del "Movimento Nazionale La Rete dei Patrioti" hanno tappezzato tutte le vie del percorso che seguirà oggi il corteo del Como Pride

"Pride Omofollia": manifesti shock del Movimento Nazionale contro il Pride di Como
Cronaca Comasca, 09 Luglio 2022 ore 14:03

A poche ore dall'inizio del corteo del Como Pride, che ha preso il via alle 14 dal parcheggio Ippocastano fino al Tempio Voltiano, è arrivato dal Movimento Nazionale La Rete dei Patrioti di Como un attacco frontale e diretto alla comunità Lgbtq+.

Manifesti del Movimento Nazionale contro il Como Pride

Nella notte tra venerdì 8 e domenica 9 luglio infatti i militanti hanno tappezzato la città di Como, dal lungolago a Como Borghi passando per via Sirtori all'Ippocastano fino a via Cesare Battisti e via Aldo Moro, di volantini con la dicitura "Pride omofollia. Atti osceni e blasfemia". I militanti hanno tappezzato tutte le vie del percorso che seguirà oggi il corte del Como Pride, tornato nel capoluogo comasco lo scorso anno con un successo incredibile dopo più di vent'anni di assenza. 

Un'immagine del Pride dello scorso anno

Il Movimento Nazionale La Rete dei Patrioti Como ha inoltre diffuso una nota: "Oggi sabato 9 luglio la città di Como sarà invasa dal carrozzone pride arcobaleno e dalle sue carnevalate di eccessi, oscenità, blasfemie e provocazioni - si legge - I militanti lariani del Movimento Nazionale La Rete dei Patrioti hanno affisso lungo il tragitto di questo indecente corteo dei volantini di protesta contro questo genere di esternazione che ha raggiunto livelli di degrado e blasfemia inaccettabili".

Parole forti che proseguono così: "In questi mesi, dove tutti i Comuni italiani hanno dato spazio a queste volgari manifestazioni, siamo l’unico movimento politico che in tutte le città si è opposto apertamente con azioni militanti all’ideologia gender - promossa dalle lobby LGBT - che vuole invertire il senso naturale delle cose stravolgendo la natura dell'individuo e distruggendo la famiglia naturale!".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter