Cronaca
Fuga dall'isolamento

Positivo al Covid, cerca di entrare in Svizzera: luinese denunciato

Fugge dall'isolamento fiduciario verso la Confederazione Elvetica, scoperto e scoperto a casa. Ora rischia il carcere e fino a 5mila euro di ammenda

Positivo al Covid, cerca di entrare in Svizzera: luinese denunciato
Cronaca Varese, 26 Marzo 2021 ore 10:56

Ha cercato di superare il confine con la Svizzera nonostante fosse positivo al Covid: fermato e denunciato.

Positivo al Covid, sorpreso alla frontiera

Dopo un anno non dovrebbe essere difficile: mascherina, distanza, igienizzare le mani e se sei positivo stai a casa. Quattro regole che evidentemente a qualcuno faticano a entrar nella testa. L'ultimo, un 44enne di Luino già noto alle Forze dell'ordine fermato dagli agenti della Polizia di Frontiera al valico di Fornasette.

L'uomo, a bordo della sua auto, stava andando in Svizzera per alcune pratiche burocratiche, aveva spiegato agli agenti che lo avevano fermato.

Agenti che però, insospettiti dalla sua motivazione per lo spostamento in zona rossa hanno preferito consultare la banca dati della Polizia rilevando rapidamente che il luinese era sottoposto ad isolamento fiduciario presso la sua abitazione per la positività al Covid-19.

Scortato a casa, ora rischia l'arresto

L'uomo è stato quindi invitato a tornare a casa, dove gli agenti lo hanno scortato per verificare il ripristino dell’isolamento sanitario. E non rischia solo una sanzione: l’uomo dovrà infatti rispondere del reato previsto dall’art. 260 del R.D. 1265/1934 che prevede che "chiunque non osserva un ordine legalmente dato per impedire l'invasione o la diffusione di una malattia infettiva dell'uomo è punito con l'arresto da 3 mesi a 18 mesi e con l'ammenda da euro 500 ad euro 5.000".