Cronaca
Sociale

«Pappaluga Farm» ha trovato casa a Vedano

Si tratta di un progetto di inclusione sociale per i ragazzi disabili che è diventato realtà.

«Pappaluga Farm»  ha trovato casa a Vedano
Cronaca Tradate, 24 Ottobre 2021 ore 17:00

«Pappaluga Farm», un importante progetto di inclusione sociale per i ragazzi disabili è diventato realtà. E tutto ciò grazie al fondatore e presidente Davide Macchi, il quale si occupa di disabilità dal 2001 e da un’esperienza personale, ha saputo dare origine ad un lodevole progetto di inclusione e inserimento lavorativo.

Pappaluga Farma diventa realtà

Nel 2009 si scopre che suo figlio Carlo ha una malattia genetica non diagnosticata, è disabile, con un ritardo cognitivo importante. «Pappaluga è una parola inventata da mio figlio, un insulto affettuoso ai suoi tre fratelli. Rappresenta tutte quelle caratteristiche che ognuno di noi ha e ci rendono unici», spiega Macchi, che sottolinea l’importanza di fare qualcosa di concreto e dare una dignità vera a queste persone attraverso il lavoro. «E’ solo nel bello che esiste la dignità delle persone». L’obiettivo è creare un’azienda con prodotti veri e buoni in cui tutti i ragazzi lavorano e vengono retribuiti.

Ecco come è nato il progetto

Nasce così Pappaluga Farm. «Si cominciano a porre le basi del progetto nel 2018, inizialmente si trattava di un laboratorio di maglieria, poi con il lockdown a causa dell’emergenza sanitaria Covid -19 si è fermato tutto. Si è pensato di trasformare il laboratorio in un’azienda agricola, non si potevano abbandonare i nostri ragazzi - prosegue Macchi - Abbiamo comprato e installato una serra (il tutto a spese della società) a fine aprile, inizi di maggio di quest’anno, su un terreno in comodato gratuito dall’Arca del Seprio. Abbiamo cominciato con la coltivazione di pomodori e con la consulenza gratuita di Antonio Guida, chef stellato, stiamo selezionando verdure e aromi per la stagione autunno inverno. Facciamo agricoltura biologica in vaso. Abbiamo due educatori che seguono il gruppo di ragazzi disabili cognitivi dai 16 ai 22 anni. Molto spesso la disabilità deriva da abusi e maltrattamenti, il disagio sociale è molto presente. Siamo molto contenti, perché dopo una parte di tirocini retribuiti, stiamo iniziando ad assumere i ragazzi con contratti di lavoro a tempo indeterminato dando una vera dignità lavorativa alla persona».

La visita di Francesca Brianza

Graditissima è stata la visita nei giorni scorsi di Francesca Brianza, Vicepresidente del Consiglio Regionale della Lombardia «Alla “Pappaluga Farm”, con ragazzi molto speciali che fanno agricoltura biodinamica. Il lavoro dà un senso alla vita. Un sogno, che diventa un progetto, che diventa una realtà! La dimostrazione che se ci credi puoi farlo, l’inclusione esiste e funziona. E ora avanti!!!». Un progetto a cui partecipa attivamente anche Max Laudadio di «Striscia La Notizia». Pappaluga possiede inoltre una barca da canottaggio Gig e i ragazzi parteciperanno alle gare di Special Olympics.

 

Torna alla homepage