Cronaca
Saronnese

Odori molesti fra Saronno e Gerenzano: le risposte di Arpa e Provincia

Individuata l'origine delle puzze, avviato il confronto con il gestore dell'impianto

Odori molesti fra Saronno e Gerenzano: le risposte di Arpa e Provincia
Cronaca Saronno, 18 Novembre 2022 ore 15:23

E' arrivata la risposta di Arpa e Provincia sul problema degli odori molesti rilevati nei territori fra Saronno e Gerenzano. Di seguito, il comunicato dell'Amministrazione di Saronno

Odori molesti, individuata l'origine

ARPA e Provincia di Varese, due degli Enti preposti alla tutela dell’ambiente e della salute, hanno riscontrato nella settimana corrente la lettera con cui in data 7 novembre i Comuni di Saronno e Caronno avevano sollecitato la risoluzione della problematica connessa ai forti odori percepiti nella zona sud a confine tra Saronno e Caronno. ATS Insubria non ha invece mai fornito alcun riscontro.

Nelle conclusioni del proprio documento ARPA conferma la significatività delle emissioni maleodoranti iniziate dalla data di messa in esercizio dell’impianto, che sono state confermate da numerose segnalazioni di cittadini ed aziende residenti nelle zone limitrofe, nel corso dei sopralluoghi effettuati in sito da ARPA, dalle indagini olfattometriche fornite dall’azienda gestore dell’impianto, nonché dalle valutazioni di impatto olfattometrico eseguite nell’ottobre dal Politecnico di Milano.

Tali emissioni odorigine, come confermato da ARPA, “comportano ricadute non trascurabili sul territorio circostante”. L’ARPA propone al Gestore di “procedere con la sospensione dei ritiri di rifiuti a matrice organica fino al completamento delle modifiche impiantistiche prospettate nella nota” del Gestore del 25.10.2022 “e secondo le procedure ivi richiamate”.

La Provincia di Varese invece “evidenzia che la situazione è in continua evoluzione e che ”il Gestore “ha realizzato ed ha in corso di progettazione ulteriori interventi atti a mitigare il fenomeno”.

Inoltre, “informa che la situazione è all’attenzione della scrivente Provincia che nel caso specifico deve espletare il procedimento di riesame con valenza di rinnovo dell’AIA (ndr Autorizzazione Integrata Ambientale), con annessa conferenza dei servizi, che coinvolgerà tutti gli stakeholder di riferimento tra cui certamente l’amm.ne comunale territorialmente competente affinché si possa disporre di tutti gli elementi per i successivi passi.

Seguici sui nostri canali