Lavori

Nuovo tetto con tanto di pannelli solari per le medie di Morazzone

Serviranno 45 giorni per concludere i lavori. L'assessore Ghiringhelli: "Non potevamo più rimandare, cantiere aperto appena è stato possibile"

Nuovo tetto con tanto di pannelli solari per le medie di Morazzone
Cronaca Valle Olona, 02 Settembre 2021 ore 17:03

Sono finalmente iniziati i lavori di rifacimento del manto di copertura dell’edificio delle scuole medie di Morazzone, comprensivi dell’installazione dei pannelli fotovoltaici.

Via ai lavori alle scuole medie di Morazzone

Via ai lavori sul tetto delle scuole medie di Morazzone dopo anni di rattoppi e manutenzioni straordinarie. Con qualche problema, perchè necessariamente almeno per tutto settembre il cantiere dovrà "convivere" con le attività scolastiche.

“Siamo consci che i lavori arrecheranno disagi all’utenza ma a causa delle infiltrazioni meteoriche che, recentemente si sono aggravate, non era più possibile proseguire con ordinarie riparazioni, ma occorreva un rifacimento completo della copertura dell’edificio – afferma l’Assessore Ghiringhelli - e cosi, con l’occasione – verranno installati anche i pannelli fotovoltaici grazie al contributo a fondo perduto ottenuto da Regione Lombardia e Stato”.

Non si poteva iniziare prima. I lavori hanno infatti preso il via dopo la conclusione delle attività burocratiche legate alla partecipazione ai bandi regionali e statali per il reperimento dei contributi a fondo perduto e delle procedure di legge per l’assegnazione della progettazione definitiva ed esecutiva dell’intervento, comprensiva di tutti i documenti necessari per l’appalto dei lavori.

Il termine contrattuale dei lavori è fissato in 45 giorni.

Non solo scuola

Oltre all’edificio delle scuole anche l’area comunale antistante adibita a parcheggio è interessata da lavori in un’ottica di miglioramento della sosta e viabilità.

“Ci sono diversi cantieri nella zona – afferma il Sindaco Mazzucchelli – e potrebbero creare dei disagi ma sono fondamentali per dare un nuovo assetto all’area, renderla maggiormente fruibile e sicura. Al momento sono stati creati dei percorsi per l’ingresso alla scuola, cosi da avere una separazione ben visibile e non valicabile con il cantiere.”.