Cronaca
Sanità

Nuova TAC all'Ospedale di Cittiglio grazie ai fondi regionali

Acquisto possibile grazie ai fondi regionali per l'acquisto di nuove apparecchiature

Nuova TAC all'Ospedale di Cittiglio grazie ai fondi regionali
Cronaca Valli e Laghi, 29 Giugno 2021 ore 14:13

Con la DGR 4928 del 21 giugno scorso la Giunta Regionale ha deliberato uno stanziamento straordinario di 3,5 milioni di euro per il rinnovo delle dotazioni tecnologiche di alcune aziende sanitarie lombarde. Tra gli interventi finanziati, l'acquisto di una nuova TAC da parte dell'Asst Sette Laghi per l'Ospedale di Cittiglio.

Nuova TAC in arrivo all'Ospedale di Cittiglio

Nell'ambito di quei finanziamenti, l'Asst Sette Laghi beneficia di un contributo di 500.000 euro per l'acquisto e il posizionamento entro sei mesi circa di una nuova TAC per l'Ospedale Causa Pia Luvini di Cittiglio in sostituzione dell'attuale installata nel 2006 e ormai obsoleta.

"La nuova apparecchiatura - precisa l'ingegner Umberto Nocco, Direttore della S.C. di Ingegneria Clinica di ASST Sette Laghi - avrà una maggiore copertura per singola rotazione del tubo (indicativamente 4cm anziché 1 cm della macchina attuale) che si traduce di fatto in una maggiore velocità di acquisizione dei vari distretti corporei. Sarà inoltre dotata dei più recenti algoritmi così da ridurre al minimo la dose irraggiata ai pazienti. La macchina sarà collocata in un locale diverso migliorando anche i percorsi di accesso dal PS."

Il Direttore Generale: "Verbano area strategica del nostro territorio"

"Siamo molto soddisfatti - commenta Gianni Bonelli, Direttore Generale di ASST Sette Laghi - per questo ulteriore stanziamento che ci permette di rinnovare le dotazioni tecnologiche dell'Ospedale di Cittiglio, collocato nel Distretto del Verbano, un'area strategica del nostro territorio di competenza che vogliamo continuare a valorizzare come dimostrano i lavori in corso di appalto non solo a Cittiglio ma anche ad Angera e Luino".

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter