Cronaca

Nuova spaccata in un bar di Ceriano. Il sindaco: "Confidiamo nel Decreto Sicurezza"

A distanza di poche settimane, nuova spaccata in un bar da parte di una banda di ladri. Il sindaco: "Mi auguro che presto la musica possa cambiare".

Nuova spaccata in un bar di Ceriano. Il sindaco: "Confidiamo nel Decreto Sicurezza"
Cronaca Saronno, 21 Settembre 2018 ore 19:14

Un furgone usato come ariete, nuova spaccata ai danni di un bar a Ceriano Laghetto.

Nuova spaccata al bar in piazza Diaz

Prima in via Cadorna, mercoledì una nuova spaccata ai danni di un bar. E’ successo intorno alle 3.30, quando un furgone si è scontrato contro la serranda dell’ Alibi Cafè di piazza Diaz. Guadagnato l’accesso col mezzo usato a mò di ariete, i ladri hanno cercato di caricarvi le slot machine e la cambiamonete. Poi, prima che arrivassero i carabinieri allertati dagli allarmi, una fuga rocambolesca. Un’azione ben poco chirurgica, con più danni causati che refurtiva sottratta. Una dinamica simile a quella vista l’anno scorso a Tradate, ai danni però di un negozio di cellulari.

Il sindaco Cattaneo: “Assalti brutali, delinquenti sfrontati”

A seguito dell’episodio è intervenuto anche il sindaco Dante Cattaneo per esprimere la propria solidarietà ai due commercianti colpiti in pochi mesi. “Solidarietà a due onesti lavoratori: hanno subito due brutali assalti da parte di bande di malviventi che hanno fortemente danneggiato i loro locali. Anni in cui la sicurezza e la certezza della pena sono state tenute in secondo piano, hanno aumentato la sfrontatezza dei delinquenti, che spesso vengono in Italia in una sorta di turismo della delinquenza. Tanto qui puoi fare pressoché quello che vuoi rimanendo impunito. Ringrazio i carabinieri che sono intervenuti più che tempestivamente e che spero, anche con l’ausilio della nostra videosorveglianza, possano identificare i responsabili. E mi auguro che presto la musica possa cambiare con le nuove norme che saranno introdotte dal ministro Salvini con il Decreto Sicurezza. Lottiamo per un paese in cui i malviventi siano sempre meno sicuri di farla franca».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter