Cronaca
Busto

Nove dipinti donati dai figli di Guido Giavini all’Ospedale di Busto Arsizio

Una donazione importante da parte dei figli Cristina e Stefano

Nove dipinti donati dai figli di Guido Giavini all’Ospedale di Busto Arsizio
Cronaca Busto Arsizio, 21 Ottobre 2021 ore 17:34

Nove dipinti del bustocco Guido Giavini donati questa mattina all'Ospedale di Busto Arsizio dai figli dell'artista comparso un mese fa.

L'arte di Guido Giavini all'ospedale di Busto

“Mio padre ha dipinto tutta la vita, sperimentando sempre. E amava donare i suoi quadri: ai Comuni, alla Chiesa, agli Ospedali che lo avevano avuto in cura, alle onlus. Solo per fare un esempio, a Olgiate Olona la Chiesa di San Giovanni Bosco ospita una sua Via Crucis. Oggi noi figli vogliamo continuare la sua volontà di donare, e abbiamo pensato all’Ospedale di Busto, la città che gli ha dato i Natali”.

Cristina Giavini commenta così la donazione di nove dipinti all’ASST Valle Olona. Un gesto che alimenta la memoria del genitore deceduto lo scorso anno.

Una donazione decisamente gradita da parte della Direzione ASST Valle Olona: “Quando arte e cultura trovano spazi all'interno delle nostre strutture sanitarie non ci rendono soddisfatti solo perché abbelliscono, ma quel che ci rende particolarmente orgogliosi è che artisti del nostro territorio donino le loro opere come riconoscimento del servizio pubblico, che è e resterà il nostro impegno principale. E' quindi un doppio ringraziamento che facciamo, di cuore, alla famiglia Giavini”.

Guido Giavini, chi era

Una breve nota biografica del pittore.

Guido Giavini nasce a Busto Arsizio nel 1927, esordisce negli Anni Cinquanta. Per lungo tempo suo maestro è stato Attilio Castiglioni. Inizia disegnando in bianco e nero, ritraendo villaggi africani in Kenya e Tanzania.

Successivamente introduce il colore, formulando il “polacroil”, un mix idrosolubile di colori a olio e acrilico, anche acquarellabile. Il percorso pittorico attraversa sei filoni: dalla figurazione a impatto impressionistico ai bassorilievi ipermaterici. Sue opere sono esposte in musei di tutto il mondo, nella sua città natale si possono ammirare alla Civica raccolta d’arte di Palazzo Marliani Cicogna.