Cronaca
Malnate

Notti insonni intorno alla stazione di Malnate. Astuti: "La Regione intervenga"

Disagi anche per la vicina RSA. Il consigliere regionale Pd: "Regione e Ferrovienord trovano un altro posto per il deposito"

Notti insonni intorno alla stazione di Malnate. Astuti: "La Regione intervenga"
Cronaca Varese, 19 Ottobre 2021 ore 14:06

La Regione intervenga per ridurre l’inquinamento acustico alla stazione di Malnate. A chiederlo, con un’interrogazione depositata oggi, è il consigliere regionale del Pd Samuele Astuti.

Notti insonni intorno alla stazione di Malnate

Continui rumori, tutta la notte, per i cantieri lungo la Milano-Laveno. E dopo la raccolta firme dei residenti al sindaco Irene Bellifemine, la questione arriverà anche in Consiglio Regionale con l'interrogazione firmata dal consigliere Pd, ed ex sindaco di Malnate, Samuele Astuti.

"Alla stazione di Malnate - spiega il consigliere - è attivo un deposito di pietrisco utile alla  manutenzione straordinaria della linea Milano-Laveno, sulla quale sono stati avviati lavori per la sostituzione di rotaie, traverse e pietrisco. I lavori sono concentrati nelle ore notturne, il che  comporta grossi problemi  di inquinamento acustico e ambientale per chi abita nei pressi della stazione.  Oltretutto a subire maggiormente i disagi sono gli ospiti di una grande residenza per anziani che  si trova proprio vicino all’area del cantiere".

"Si trovi un'altra sede per il deposito"

La soluzione indicata da Astuti è semplice: trovare un nuovo posto per il deposito, lontano dalle case e dalle orecchie dei cittadini. "Abbiamo avuto un primo incontro coi tecnici di Ferrovie Nord ma adesso servono risposte certe da parte della  Regione e dell'azienda. Ora – conclude Astuti- chiediamo alla Regione se intenda prendere in considerazione con Ferrovienord una  differente localizzazione del deposito di pietrisco e materiale ferroviario destinato alla manutenzione della  Milano-Laveno. Abbiamo chiesto, inoltre, quali azioni intenda promuovere presso Ferrovienord per ridurre il rumore e le emissioni inquinanti  e quando saranno finiti i lavori di manutenzione straordinaria in corso".