Menu
Cerca
Riaperture

Niente tavolate e stop all’asporto alle 18: come da oggi riapriranno i bar

Asporto, tavoli, bancone e limiti orari: le regole per i bar

Niente tavolate e stop all’asporto alle 18: come da oggi riapriranno i bar
Cronaca Saronno, 26 Aprile 2021 ore 09:31

Dopo il nuovo decreto del Governo Draghi che stabilisce la riapertura di bar e ristoranti da stasera, 26 aprile, in zona gialla, una circolare del ministero dell’Interno chiarisce diversi punti che erano rimasti in sospeso, chiarendo come riapriranno i bar e quali regole dovranno rispettare.

Come riapriranno i bar

In sè, la regola è chiara: servizio al tavolo solo all’aperto. Ma nell’inseguirsi e sovrapporsi di decreti e linee guida (il nuovo Decreto infatti conferma, e proroga fino al 31 luglio, le disposizioni del Dpcm del 2 marzo qualora non confliggano con quelle nuove) ci sono diversi punti che in vista della riapertura di oggi hanno rappresentato qualche grattacapo per gli esercenti. E non si parla solo di quelli che uno spazio all’aperto non ce l’hanno e hanno cercato di correre ai ripari  cercando appoggio con le propria Amministrazioni comunali.

Bancone no, tavolo si asporto no

Una delle domande che in molti si sono fatti è se venisse meno, o no, lo stop all’asporto dalle 18. Dopotutto, se nei bar si può consumare fino (quasi) alle 22, parrebbe logico che si possa acquistare la bottiglia da portare a casa fino a quell’ora. E invece no. Nella circolare del Ministero dell’Interno si legge che “restano confermate le disposizioni di cui all’art.27 (del Dpcm 2 marzo, ndr) in quanto non in contrasto con la novella legislativa, e in particolare quella che fissa alle ore 18 il limite orario entro il quale è consentito l’asporto ai soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle identificate dal codice ATECO 56.3”. Allo stesso modo, viene  vietato il consumo al bancone, salvo non si trovi all’esterno.

Posti al tavolo

Per quanto riguarda i posti al tavolo, anche in questo caso nessuna deroga o cambiamento rispetto al Dpcm del 2 marzo: massimo quattro per ogni tavolo, con distanziamento, salvo che siano tutte conviventi.

Chi non chiude mai

Non tutti i bar però hanno la serrata imposta alle 22. Come già con decreti e Dpcm precedenti, il limite orario non si applica per i bar e ristoranti degli hotel e per quelli nelle stazioni di servizio lungo le autostrade.