Menu
Cerca
Vaccini

Mancano dosi, la Lombardia ferma AstraZeneca

Nessuna sfiducia: mancano dosi e proseguire metterebbe a rischio i richiami

Mancano dosi, la Lombardia ferma AstraZeneca
Cronaca Saronno, 26 Aprile 2021 ore 15:53

La circolare di Regione Lombardia che prevede la sospensione dell’utilizzo di Astrazeneca per le prime dosi è stata diramata nel pomeriggio di sabato 24 aprile 2021. Il vaccino, fino a ieri destinato solo agli over 60, quindi verrà utilizzato solo per i richiami. Per tutte le prime dosi verranno utilizzati solo Pfizer e Moderna. Nessuno stop per motivi sanitari: semplicemente si rischia di “rimanere a secco” e non poter fare i richiami.

La Lombardia ferma Astrazeneca: mancano dosi

Da oggi, lunedì 26 aprile 2021, quindi stop a Astrazeneca. Chi si è recato nei centri vaccinali stamattina, ha trovato praticamente solo Pfizer a disposizione.

Anamnesi quindi per altro super veloci nei colloqui coi medici, che nelle ultime settimane invece hanno dovuto in molti casi discutere con utenti per nulla convinti di farsi somministrare il vaccino Astrazeneca.

Tra l’altro, con Pfizer, il vantaggio maggiore è anche il fatto di dover attendere molto meno per il richiamo – solo 21 giorni – quando con Astrazeneca i tempi arrivavano anche ben oltre i due mesi.

Astrazeneca solo per i richiami

La circolare della Regione è stata inviata a tutti i direttori generali degli ospedali e delle Ats. In Lombardia quindi AstraZeneca sarà utilizzato soltanto per i richiami: anche per i cittadini dai 60 ai 79 anni, senza particolari patologie, le prime iniezioni si faranno solo con Pfizer e Moderna.

Quindi, per non confondersi: chi ha fatto AstraZeneca come prima dose, farà Astrazeneca anche al richiamo. Chi da oggi riceve pfizer o Moderna, riceverà comunque sempre Pfizer o Moderna anche per il richiamo. Nessun mix di dosi, per capirci.

Il motivo della decisone di Regione Lombardia però non c’entra nulla coi presunti rari casi di trombosi di cui tanto s’è letto riguardo ad Astrazeneca. Semplicemente, a causa della disponibilità di dosi e considerando il programma delle consegne future, in questo momento è più semplice stilare un calendario preciso degli arrivi di Pfizer rispetto ai vaccini AstraZeneca.

Quante dosi rimangono?

Necessario, visto lo stop, fare il punto sull’utilizzo dei vaccini in Lombardia, alla luce di una settimana di somministrazioni-record sempre superiori all’obiettivo delle 51mila somministrazioni chieste dal generale Figliuolo.

Stando all’ultimo aggiornamento di questa mattina, 26 aprile, in Lombardia sono state utilizzate 2.866.658 dosi sulle 3.252.990 disponibili (88%). Nel dettaglio:

  • Johnson&Johnson: consegnate 30.550, somministrate 0
  • Moderna: consegnate 279.500, somministrate 279.500
  • Pfizer: consegnate 2.184.840, somministrate 1.977.410
  • AstraZeneca: consegnate 758.100, somministrate 693.243