Cronaca
Carbonate - Locate

Maestra positiva, l'asilo di Carbonate "va in quarantena"

Servizio sospeso per 15 giorni. Nel frattempo la morsa del contagio si allenta anche a Locate Varesino.

Maestra positiva, l'asilo di Carbonate  "va in quarantena"
Cronaca Comasca, 20 Novembre 2020 ore 11:35

 

L'asilo Scalini a Carbonate da lunedì 16 novembre 2020 è chiuso e lo rimarrà per quindici giorni, dopo che una maestra è risultata positiva al tampone.

Maestra col virus, asilo in "quarantena"

Una maestra risulta positiva al tampone e l'asilo Scalini va in quarantena: chiuso da lunedì 16 novembre per 15 giorni. La sospensione del servizio è stata comunicata direttamente  ai genitori.  Il provvedimento è scattato proprio nella settimana in cui  si era registrato un leggero calo nel numero dei contagi «sembra che le parziali chiusure  attuate in questi giorni iniziano a dar frutto de determinando una leggera  diminuzione del numero complessivo dei positivi», aveva  riferito il sindaco Lia Marazzi nel suo periodo aggiornamento sulla situazione epidemiologica che vedeva 55 carbonatesi positivi, e una crescita nei guariti ( 16 in tutto).

Si allenta il contagio anche a Locate

La morsa si allenta anche a Locate Varesino, dopo che era stata particolarmente feroce nelle scorse settimane. L'ultimo aggiornamento comunicato dall'Amministrazione Castiglioni, in base ai dati forniti da Ats, vede una crescita di 20 persone affette dal coronavirus che si aggiungono alle 60 già in elenco. Solo un paio di anziani hanno avuto bisogno del ricovero ospedaliero, gli altri sono tutti curati a domicilio e hanno un'età variabile dai più giovani in età scolare, agli adulti per arrivare poi agli ultra 70enni.

 Il sindaco di Locate  telefona a tutti i contagiati

Ai locatesi positivi al Covid e in quarantena domiciliare arriva puntuale la telefona del sindaco Luca Castiglioni. Un gesto fatto col cuore e con molta umiltà per  sapere come stanno, come va il decorso della malattia, e far sentire la vicinanza dell'Amministrazione comunale in un momento di difficoltà e di fragilità anche emotiva.  Un'occasione anche per comunicare i servizi offerti ( consegna della spesa, dei pasti e dei farmaci a domicilio) e per recepire eventuali necessità o problematiche a cui il Comune cerca di dare una risposta.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter