Menu
Cerca

Lavori finiti: riapre la via Santo Stefano

Torna libero il passaggio per le auto, via all'ultima transenna.

Lavori finiti: riapre la via Santo Stefano
07 Dicembre 2018 ore 14:03

Lavori finiti a Tradate, tolta stamattina l’ultima transenna su via Santo Stefano.

Lavori finiti, ecco la nuova via Santo Stefano

E’ stato aperto stamattina, alla presenza della giunta e del parroco don Gianni Cazzaniga, l’ultimo tratto ancora interessato dai lavori in via Santo Stefano. Finiti dunque i lavori che, un tratto dopo l’altro, hanno costretto alla chiusura della strada negli ultimi mesi. Lavori che hanno restituito una strada con sottoservizi moderni (dalla fognatura alle reti di acqua e gas, rifatte) e una pavimentazione in porfido e pietra che anche all’occhio fanno rientrare la strada che porta alla parrocchiale nel centro storico della città.

lavori finiti via santo stefano

LEGGI ANCHE: Nuova via Santo Stefano, aperto il primo tratto

Disagi da compensare

Oggi la riapertura, pochi giorni fa la conferma che residenti e commercianti della via Santo Stefano e della via Melzi, che in questi mesi di lavori hanno sopportato diversi disagi, riceveranno l’anno prossimo sconti ed esoneri sulla Tari (la tariffa rifiuti). “Dopo il passaggio in consiglio comunale, abbiamo approvato in Giunta la delibera necessaria a destinare per il 2019 22mila euro a compensazione dei disagi subiti per tutta la durata del cantiere”, ha infatti spiegato il vicesindaco Claudio Ceriani. Precisamente, 15mila euro per i commercianti e 7 mila euro per i residenti. I primi saranno esonerati dal pagamenti Tari per 600 euro, i secondi invece per i primi sei mesi del 2019.

LEGGI ANCHE: Via Santo Stefano, iniziati oggi i lavori VIDEO

Costi aumentati

Finiti i lavori, è arrivato il conto. Per l’intera opera il Comune aveva inizialmente stanziato 610mila euro, 100mila in più rispetto la previsione della passata Amministrazione necessari per la pavimentazione in pietra. Costo finale, 746mila euro, il 22% circa in più. “Durante il cantiere abbiamo dovuto eseguire lavori che inizialmente non erano stati preventivati – ha spiegato Ceriani – Ovvero, la sostituzione delle reti del gas e dell’acquedotto”. Da qui i 137mila euro in più: 70mila euro necessari per l’assistenza agli scavi per la sostituzione delle tubature, 26mila euro per la sostituzione progettuale dalla rizzata alla pietra, 21mila euro per gli allacciamenti aggiuntivi per i privati e 10 mila euro per la posa di cavidotti per la rete telefonica, internet veloce e dell’illuminazione.

LEGGI ANCHE: Nuova via Santo Stefano, il Pd: “Situazione preoccupante”

Domenica mercato

Si tratta ora di rendere la via Santo Stefano non solo bella da vedere ma anche da vivere. Per questo, riaperta stamane sarà chiusa nuovamente domenica per ospitare il mercato dei produttori di Coldiretti. “La prima delle iniziative per la promozione della strada – ha spiegato sempre Ceriani – Che se dovesse confermarsi un’iniziativa di successo ci piacerebbe ripetere ogni mese, facendone un appuntamento fisso”.

LEGGI ANCHE: Nuova via Santo Stefano porfido al posto dell’asfalto