Cronaca

Lapide vandalizzata, l'appello dell'Anpi Provinciale

Roberto Cenati, presidente dell'Anpi Provinciale di Milano, chiede alle autorità di intervenire per individuare i resposabili del gesto.

Lapide vandalizzata, l'appello dell'Anpi Provinciale
Cronaca Alto Milanese, 18 Marzo 2019 ore 08:56

Lapide vandalizzata in zona Padregnana a Robecchetto: arriva l’intervento dell’Anpi Provinciale di Milano.

Lapide vandalizzata: cos’è successo

I loro volti completamente coperti da scarabocchi. E poi scritte inneggianti il Fronte della gioventù (l’organizzazione giovanile del Movimento sociale italiano – Destra nazionale) con tanto di croce celtica. Così una mano ignota ha sfregiato la lapide commemorativa intitolata ai quattro giovani partigiani rhodensi (Alfonso Chiminello, Alvaro Negri, Pasquale Perfetti e Luigi Zucca) trucidati in località Padregnana il 13 ottobre 1944, dopo aver subito giorni di torture. E’ quanto scoperto nel pomeriggo di sabato 16 marzo 2019.

La condanna dell’Anpi Castanese

Il gesto è stato subito condannato dalle sezioni Anpi di Arconate, Casorezzo, Castano, Cuggiono, Inveruno, Turbigo e Vanzaghello. “Un gesto spregevole che ferisce i sentimenti di tutti gli antifascisti – hanno scritto, tra le altre cose, in un comunicato – e rivela la profonda ignoranza storica di individui alla ricerca di qualche forma di notorietà, che disprezzano i patimenti, le sofferenze e il sangue versato da un intero Paese che resisteva alle violenze e alle brutalità dei nazisti e fascisti loro servi. Individui dimentichi che quella lotta ci avrebbe garantito la libertà, la democrazia, la pace, il lavoro di cui anch’essi fruiscono”.

L’appello dell’Anpi Provinciale

Alla condanna si aggiunge anche l’appello del presidente dell’Anpi Provinciale di Milano, Roberto Cenati, che in una nota scrive: “In località Padregnana (a Robecchetto, ndr) è stato sfregiato il monumento dedicato ai quattro partigiani di Rho trucidati dai fascisti il 13 ottobre del 1944. Chiediamo alle pubbliche autorità di intervenire per individuare i responsabili di questi ignobili gesti (Cenati si riferisce anche alle scritte provocatorie di Forza Nuova in Zona 5 a Milano) che riteniamo particolarmente preoccupanti anche perchè a ridosso dell’infausto centenario della nascita del fascismo”.

LEGGI ANCHE: Sfregiato il monumento dedicato ai partigiani trucidati a Robecchetto

E ANCHE: Lapide vandalizzata, “Gesto spregevole che ferisce tutti gli antifascisti”

 

Seguici sui nostri canali