Menu
Cerca
Africa

La tragedia dell’incendio nella scuola in Niger nella “casa” di don Noli

Le fiamme hanno divorato rapidamente le capanne di fango, legno e paglia che costituivano la scuola alla periferia della capitale Niamey dove opera il missionario tradatese

La tragedia dell’incendio nella scuola in Niger nella “casa” di don Noli
Cronaca Tradate, 15 Aprile 2021 ore 17:09

Il fuoco ha divorato tutto. Banchi, sedie, le capanne che ospitavano le aule. E anche venti bambini che sono rimasti intrappolati. E’ successo alla periferia di Niamey, capitale del Niger, dove da alcuni anni il tradatese don Giuseppe Noli opera come missionario.

Incendio in Niger

L’origine delle fiamme non è nota. Quel che è certo è che è stato tutto rapidissimo. Una tragedia costata drammaticamente la vita a venti tra bambini e ragazzi che si trovavano nelle capanne della scuola al margini della capitale di uno degli Stati più poveri al mondo. A fuoco 21 capanne, la maggior parte dei bambini è riuscita a fuggire ma per una ventina di loro non c’è stato nulla da fare, nonostante a quanto riportano i media locali i soccorsi siano stati rapidissimi.

3 foto Sfoglia la gallery

Alla tragedia per la comunità di Tradate si è aggiunta la preoccupazione per un concittadino speciale che da alcuni anni ha fatto del Niger la sua casa, don Giuseppe Noli, precisamente dal 2014 quando decise di dirigersi qui dopo la lunga esperienza nelle comunità Haitiane. Il teatro del rogo è stata proprio la missione dove opera il missionario tradatese, che fortunatamente non è stato coinvolto dalle fiamme.