Cronaca
Interventi in montagna

La Stazione di Varese del Soccorso alpino riceve in dono un materassino a depressione

Si tratta di uno strumento che permette di posizionare e immobilizzare il ferito in modo corretto, anche in verticale.

La Stazione di Varese del Soccorso alpino riceve in dono un materassino a depressione
Cronaca Varese, 24 Febbraio 2022 ore 10:03

Un intervento in montagna è determinato da una serie di fattori: la componente umana, costituita dai soccorritori, dall’équipe medica e dai tecnici, dotati di competenze pratiche e teoriche specialistiche; una procedura efficiente, testata più volte durante le esercitazioni e rafforzata da un’esperienza pluriennale sul campo; l’utilizzo di dispositivi, presidi, apparecchiature tecnologiche d’avanguardia.

La Stazione di Varese del Soccorso alpino riceve in dono un materassino a depressione

Ieri, mercoledì 23 febbraio 2022, il Presidente della Comunità Montana Valli del Verbano, Simone Castoldi, in rappresentanza dell’Ente e della Giunta, ha consegnato alla Stazione di Varese del Soccorso alpino lombardo, XIX Delegazione lariana, un dono importante. Si tratta di un particolare tipo di materassino a depressione, uno strumento indispensabile in caso di infortunio: permette infatti di posizionare e immobilizzare il ferito in modo corretto, anche in verticale, in abbinamento per esempio alla barella Kong “Lecco”, pensata proprio per il soccorso in ambienti ostili. Il trasporto è agevole perché il materassino è leggero e compatto; la sagomatura, inoltre, si adatta perfettamente alla testa della persona soccorsa e sono anche presenti dei passanti per fissare cinghie e maniglie di trasporto, a garanzia di una maggiore resistenza della struttura. A questo si aggiunge che il dispositivo è completamente realizzato in Italia. La Comunità Montana Valli del Verbano è sempre stata vicina alle esigenze del Soccorso alpino, in quanto Ente votato anche al soccorso in montagna e questo dono esprime un gesto concreto, a sostegno della nostra attività, al servizio di tutti coloro che ne hanno bisogno.

3 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter