Cronaca
Tradate

La cimice giapponese ha attaccato anche il vigneto comunale

L'assessore Vito Pipolo conosce bene il problema: "Abbiamo già effettuato bonifiche nei parchi pubblici, ma le ripeteremo. Oggi non c'è un rimedio efficace. Ci stiamo ingegnando anche per difendere le viti della Madonna delle Vigne"

La cimice giapponese ha attaccato anche il vigneto comunale
Cronaca Tradate, 02 Agosto 2021 ore 09:00

 

Lo stanno lanciando tutti l'allarme contro la maledetta cimice del Sol Levante. Una vera invasione infestante che non ha risparmiato Tradate. Da tempo l'Assessorato all'ecologia sta combattendo la battaglia a tutela del vigneto comunale e del restante patrimonio arboreo.

La cimice giapponese arriva a Tradate, colpito anche il vigneto comunale

Sono lunghi un centimetro, sembrano innocui, hanno persino una bella corazza luccicante, in realtà sono insetti che arrivano dal Giappone, si nutrono di piante e sono difficili da eliminare. Si tratta della Popillia Japonica, coleottero giapponese dall'impatto sulla natura nostrana davvero devastante, tanto da essere definita la "Pandemia agricola".

L’Unione Europea lo ritiene tra le 20 specie più nocive, la Regione Lombardia sta tentando di trovare un rimedio per fronteggiare l’invasione del coleottero, ma oggi ancora non è stato trovato. E’ presente nel nostro territorio dal 2014 e benchè non sia pericoloso per l’uomo e gli animali, crea ingenti danni alla vegetazione. L’assessorato all’ecologia già da qualche anno sta combattendo questa battaglia anche per tutelare la vigna comunale.

L'assessore Pipolo: "Non c'è un rimedio efficace" E lancia un appello ai cittadini

L’appello disperato dei cittadini ( l'ultimo è quello del pensionato Enrico Martegani) è arrivato subito sul tavolo dell’Assessore Vito Pipolo che ben conosce il problema e ha già contattato un agronomo per avere una consulenza.

«Si sta facendo di tutto, ma non c'è modo per debellare la Popillia. È solo possibile fare trattamenti per proteggere le colture o le piante ornamentali, ma in questo periodo, fatto un trattamento, dopo qualche giorno occorre ripeterlo perché è il momento del volo e della riproduzione dell'insetto. Abbiamo da tempo avviato delle bonifiche nei parchi pubblici e stiamo sperimentando nuovi trattamenti anche sulla vigna comunale, purtroppo anch’essa colpita dal parassita che sta infestando molte zone della Lombardia come la Bassa comasca. Questa situazione – conclude Pipolo - sta rappresentando una vera emergenza e invitiamo quindi i cittadini a segnalare eventuali avvistamenti con l’intento di mappare il fenomeno e ricevere informazioni approfondite sulle modalità di contrasto».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter