Cronaca
Cronaca

In piazza Libertà a Saronno in corso la manifestazione No Green Pass

Gli anarchici hanno deciso comunque di andare in piazza nonostante oggi sia il primo sabato con divieto di manifestare. 

In piazza Libertà a Saronno in corso la manifestazione No Green Pass
Cronaca Saronno, 13 Novembre 2021 ore 15:47

E' in corso in questo momento a Saronno, in piazza Libertà, la manifestazione organizzata dal Collettivo Adespota contro il Green Pass.

 

In piazza la manifestazione No Green Pass

Al momento le prime persone si sono radunate sotto i portici. A presidiare l'iniziativa Polizia locale, Carabinieri e Polizia di Stato.

La manifestazione era stata annunciata lo scorso 23 ottobre dopo che tre giovani anarchici sono stati denunciati per il corteo No Green Pass delle scorse settimane a Milano.

4 foto Sfoglia la gallery

Nei giorni scorsi in città, in vista della manifestazione odierna, sono stati distribuiti volantini per spiegare le motivazioni della manifestazione organizzata   “contro il green pass, contro la repressione, contro l’aumento dei prezzi, contro le morti e lo sfruttamento del lavoro“.

Nei giorni scorsi il sindaco Augusto Airoldi  in due occasioni negli ultimi giorni si è prima dissociato e ha poi attaccato (con tanto di richiesta di intervento a Prefetto e Questore) la manifestazione.

 

I manifestanti hanno posizionato alcuni cartelli sotto i portici e hanno srotolato uno striscione.  "Per la mia sicurezza posso fare il pendolare, ma non manifestare"; "No al ricatto se non ti vaccini, niente stipendio": sono alcune delle frasi che sono state riportate sui cartelli.

 

Gli anarchici hanno deciso comunque di andare in piazza nonostante oggi sia il primo sabato con divieto di manifestare.

"Cortei vietati ma noi scelto di scendere in strada perché intollerabile - stanno spiegando -  Non possiamo più stare calmi e non reagire. Da 3 mesi migliaia di persone scendono in strada per contrastare strumento in mano ai padroni per renderci controllabili". Manifestano poi solidarietà con quanti hanno deciso di non vaccinarsi: "Chi prende 800 euro al mese come fa a vivere e farsi tamponare ogni 48 ore? Almeno fossero gratis. Negli ospedali i malati sono lasciati ore in corsia perché manca personale, non gliene frega niente della nostra salute, ma solo del profitto". E ancora: "Approfittano della nostra paura lucrando sulla nostra vita. Liberiamocene". Circa cinquanta le persone in piazza che hanno aderito alla protesta e che hanno applaudito il discorso: Da diversi anni nella nostra società è in atto un progressivo processo di trasformazione: la digitalizzazione non è il fine di questa trasformazione, bensì il mezzo. Il green pass non è dunque che la punta dell'iceberg, un iceberg di miseria e sfruttamento su cui siamo incagliati da diversi decenni".

2 foto Sfoglia la gallery