Cronaca
Assurdo

In carcere per un bicchiere di troppo, bevuto 12 anni prima

L'avvocato si era "dimenticato" di chiedere la sospensione. E ora dovrà andare in carcere

In carcere per un bicchiere di troppo, bevuto 12 anni prima
Cronaca 20 Ottobre 2021 ore 13:05

In carcere per un bicchiere di troppo, bevuto 12 anni prima. E' questa la terribile disavventura di un uomo di 54 anni, che nel 2009 era stato fermato e trovato positivo all'alcol test. Sabato sera, 16 ottobre, i carabinieri gli hanno notificato il provvedimento di esecuzione. L'avvocato si è "dimenticato" di chiedere la sospensione della pena.

In carcere per un bicchiere di troppo, bevuto 12 anni prima

I carabinieri della Stazione di Giussano, durante un ordinario controllo all’interno del pub Darko Café, hanno trovato uno degli avventori quale destinatario di un provvedimento di esecuzione pena. Il cliente, un cittadino del posto, esterrefatto per quanto asserito dai militari, non riusciva a credere a quello che stesse sentendo. Infatti, l’unica volta che avuto a che fare con la giustizia era stato nel 2009 allorquando, nel transitare per Carate Brianza (MB), era stato trovato positivo all’alcol test.

La condanna in sospeso

Il 54enne non è riuscito a capacitarsi di quanto stesse accendendo fin quando non è stato condotto in caserma e gli è stato notificato il provvedimento di esecuzione pena: risultavano da espiare 6 mesi di reclusione, oltre a € 3.000 di ammenda, perché non era mai stata avanzata alcuna richiesta di sospensione della pena in quanto l’uomo non aveva pagato l’avvocato che lo aveva assistito.

Per l’uomo non c’è stato null’altro da fare che rassegnarsi, seguire i militari ed essere condotto nella casa circondariale di Monza.