Cronaca
Cronaca

Il questore di Varese a Saronno per sostenere la lotta contro la violenza alle donne

L’evento e’ stato anticipato a questa mattina proprio per approfittare della concomitanza del tradizionale mercato cittadino, in grado di attirare in particolare un’importante presenza di utenza femminile.

Il questore di Varese a Saronno per sostenere la lotta contro la violenza alle donne
Cronaca Saronno, 23 Novembre 2022 ore 11:07

Il questore di Varese Michele Morelli ha incontrato questa mattina, mercoledi’ 23 novembre, il sindaco Augusto Airoldi in piazza Mercanti in occasione della prossima giornata contro la violenza sulle donne del 25 novembre. Si tratta del tradizionale evento organizzato dalla Polizia di Stato  per sostenere la campagna di sensibilizzazione “Questo non e’ amore”.

Il questore di Varese fa tappa in città

Al fine di rendere l’iniziativa informativa itinerante, con l’obiettivo di raggiungere vari comuni della provincia, quest’anno la manifestazione si è spostata  a Saronno, dove il camper della Questura di Varese è stato collocato in mattinata in piazza Mercanti, con orario  dalle 9 alle 12.
L’evento e’ stato anticipato a questa mattina proprio per approfittare della concomitanza del tradizionale mercato cittadino, in grado di attirare in particolare un’importante presenza di utenza femminile.

Operatori specializzati

Per l'occasione sono presenti  operatori specializzati della Questura di Varese che prestano la loro attivita’ costante nella divisione anticrimine e nella squadra mobile per combattere e prevenire questo fenomeno criminale. Ad affiancarli, militari della compagnia dei Carabinieri di Saronno e agenti della Polizia locale della citta’, tutti uniti e a disposizione della cittadinanza con lo scopo di fornire ogni informazione utile ed illustrare gli strumenti idonei al contrasto del fenomeno.
Gli operatori sono coadiuvati dai “ragazzi speciali” del progetto Pappaluga di Varese, inseriti nel centro formazione professionale ed inserimento lavorativo, che forniranno il loro consueto supporto alle forze dell’ordine, distribuendo sul posto materiale divulgativo.
A sostegno dell’iniziativa è inoltre presente la presidente dell’associazione “Rete rosa” Oriella Stamerra, in rappresentanza dei centri antiviolenza operativi nella zona.

 

 

 

Il  Questore Michele Morelli, il sindaco di Augusto Airoldi ed il vice sindaco, con delega alle Pari opportunita’, Laura Succi, hanno voluto essere presenti al fine di sottolineare la necessita’ e l’importanza di un dialogo attivo in merito.

 

Lo scopo e’ quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul dilagare dei reati ai danni della donna ed invitare chiunque abbia informazioni utili a rivolgersi senza timore alle forze dell’ordine al fine di fornire un importante supporto volto a fermare per tempo la commissione di gravi reati ai danni delle fasce piu’ deboli ed indifese.

Di seguito alcuni dati riferiti all’anno in corso, a decorrere dal 1° gennaio 2022 ad oggi:

la Squadra mobile di Varese, in ordine a reati commessi contro le donne, ha operato i seguenti deferimenti all’a.g. di iniziativa:
• n. 20 per violenza sessuale;
• n. 21 per maltrattamenti;
• n. 9 per atti persecutori;
• n. 2 per lesioni aggravate e violenza privata.
su delega dell’a.g. ha evaso, nell’ambito della violenza di gnenere, le deleghe relative ad indagini in corso:
• n. 61 per maltrattamenti in famiglia;
• n. 24 per violenza sessuale;
• n. 8 per atti persecutori.

L’ufficio U.P.G.S.P. ha svolto una capillare azione di monitoraggio ed intervento sul territorio:
• n. 35 soggetti deferiti per reati “codice rosso”;
• n. 3 arresti in flagranza per reato di maltrattamenti;
• n. 106 interventi per liti in famiglia.

Nell’ambito dell’attivita’ di prevenzione, il Questore  ha emesso, per mezzo della divisione anticrimine, i seguenti provvedimenti di ammonimento nei confronti di soggetti responsabili di condotte violente o stalking contro le donne:
• n. 46 per atti persecutori (di cui 18 richiesti dall’arma dei carabinieri, 4 dal commissariato di busto arsizio, 4 dal commissariato di gallarate);
• n. 17 per violenza domestica (di cui 5 su istanza dei carabinieri e 3 dal commissariato di busto arsizio, 2 dal commissariato di gallarate).

Importante anche l’attivita’ di contrasto operata dagli uffici distaccati sul territorio.
Il commissariato di Busto Arsizio ha eseguito la seguente attivita’:
• n. 2 denunciati per percosse in ambito di violenza domestica;
• n. 6 denunciati per lesioni in ambito di violenza domestica;
• n. 8 denunciati per atti persecutori;
• n. 13 denunciati per maltrattamenti;
• n. 6 denunciati per violenza sessuale.
per quanto riguarda l’applicazione di misure cautelari:
• n. 4 divieto di avvicinamento;
• n. 1 allontanamento dalla casa familiare;
• n. 2 custodie cautelari in carcere.

Il commissariato di Gallarate ha svolto la seguente attivita’:
• n. 17 denunciati per maltrattamenti in famiglia e/o lesioni;
• n. 6 denunciati per violenza sessuale;
• n. 1 denuncia per atti persecutori;
• n. 1 denciato per revenge porn;
• n. 3 allontanamento dalla casa familiare e divieti di avvicinamento;
• n. 1 arresto domiciare;
• n. 2 arresti in flagranza di reato;
• nr. 4 arresti in esecuzione di ordine di custodia cautelare in carcere.

Seguici sui nostri canali