Cronaca
Valle Olona

Gestisport affonda: è fallimento

La società che gestisce la piscina di Gorla Minore affossata da pandemia e ristori mancati. Il sindaco: Landoni: «Faremo di tutto perché l’attività continui».

Gestisport affonda: è fallimento
Cronaca Valle Olona, 09 Gennaio 2022 ore 09:05

La piscina torna sott’acqua. Gestisport non ce l’ha fatta: dopo le difficoltà economiche annunciate già in estate, in conseguenza ai mesi di chiusura causati dalla pandemia, al drammatico calo di utenza ed entrate e ai mancati ristori che lo Stato non ha concesso, alla vigilia di Natale è stata diffusa la comunicazione della sentenza di fallimento, dichiarato il giorno prima dal Tribunale di Milano che ha inoltre disposto l’esercizio provvisorio dell’impresa per tre mesi.

Gestisport fallisce

Fino a marzo l’impianto proseguirà dunque regolarmente l’attività, sotto il controllo diretto degli organi preposti e fino a ulteriori specifiche del Curatore. Un colpo duro per tutto il territorio: per i dipendenti in primis, ma anche per i Comuni di Gorla Minore e Gorla Maggiore che – in percentuali diverse – ne avevano sostenuto il rilancio, che era pienamente riuscito, fino al Covid. E poi per tutta l’utenza della valle Olona, che aveva nell’impianto gorlese il suo riferimento, con spazi e servizi di qualità, dalla vasca coperta di 25m, alla vasca più piccola, dal nuoto libero ai corsi, dalle tre sale attrezzate per il fitness al termario. Torna così lo spettro del 2012, quando la stessa Gestisport rappresentò la «salvezza» della piscina dopo il fallimento del precedente gestore Swim Planet e permise all’impianto – che per anni dopo la sua realizzazione era rimasto incompiuto e abbandonato fino all’impegno congiunto delle amministrazioni comunali di Gorla Minore e Gorla Maggiore che lo avevano finalmente consegnato alla fruibilità del territorio – di rilanciarsi e arrivare ad avere fino a 2600 utenti fino allo scoppio della pandemia e alle nefaste conseguenze dell’emergenza sanitaria di questi due anni.

 

Il sindaco Landoni: "Faremo di tutto per proseguire"

«Abbiamo preso contatti con i legali in collaborazione con l’amministrazione di Gorla Maggiore – spiega il sindaco Vittorio Landoni – così come con il Curatore fallimentare per capire le strategie future. Intanto l’impianto continuerà l’attività per 3 mesi rinnovabili, nei quali affronteremo la situazione. La piscina funzionava bene, ma la pandemia ha portato grande sofferenza economica fino all’impossibilità di coprire le spese. Dispiace soprattutto per i dipendenti che aggiungono incertezza a incertezza, a loro va tutta la nostra solidarietà. Faremo di tutto perché l’attività continui e non si fermi il servizio per la nostra popolazione».