Cronaca
Ceriano Laghetto

Ecco la nuova edizione de “Ul Taccuìn cerianès 2022”

La nuova edizione è dedicata al laghetto ed altri luoghi della Ceriano che fu.

Ecco la nuova edizione de “Ul Taccuìn cerianès 2022”
Cronaca Groane, 21 Dicembre 2021 ore 09:30

Si è conclusa la distribuzione in questi giorni, giunta puntuale in tutte le case cerianesi prima di Natale, la nuova edizione del “Taccuìn cerianès”, l’imperdibile calendario 2022 realizzato dal Circolo storico cerianese.

Ecco “Ul Taccuìn cerianès 2022”

La copertina dell'almanacco più atteso dai Cerianesi, è dedicato al luogo simbolo di Ceriano per eccellenza: il laghetto. Sfogliando le pagine che raccontano il passare dei mesi del nuovo anno, si potranno leggere curiosità e aneddoti riguardanti non solo il laghetto ma tanti altri luoghi della Ceriano che fu, che sono frutto della grande passione che i volontari del Circolo storico cerianese mettono nel loro preziosissimo lavoro di ricerca e documentazione con l’obiettivo di valorizzare la storia locale e le sue tradizioni.

 

E' una preziosa raccolta di testimonianze

"Ul Taccuìn cerianès” è molto più di un semplice calendario, è una raccolta di testimonianze, ricordi, documenti storici, immagini sbiadite, che ci aiutano a tenere vivo il ricordo delle nostre radici, attraverso quello dei luoghi in cui hanno vissuto i nostri padri e i nostri nonni. A questo si aggiunge un pratico strumento di rapida consultazione per numeri e informazioni di servizio utili. “

Gli ideatori

Come ogni anno abbiamo cercato di raccogliere documenti storici per ricostruire la vicenda del laghetto che, smentendo qualche diceria, purtroppo non risulta essere mai stato di proprietà comunale” - anticipa Rinangelo Prada che, con Giancarlo Soldi, Maria Rosa Rivolta, Carlo Monti e Virginia Bergamaschi, si è dedicato alla stesura dei testi e al recupero delle immagini per  dar vita alla nuova edizione del Taccuìn. “Abbiamo inoltre fatto delle scoperte interessanti su alcuni edifici e su alcuni angoli del territorio cerianese, raccontati nel caledario”.

Il sindaco Crippa

Dal sindaco Roberto Crippa il ringraziamento sentito ai volontari del Circolo storico cerianese per l’ottimo lavoro svolto come sempre con la loro attenta ricerca. “Ogni edizione del nostro Taccuìn è una risorsa preziosa per la valorizzazione della nostra storia e della nostra cultura e per questo dobbiamo essere grati a questi appassionati, che dedicano tempo e grande cura a questo lavoro per noi risorsa irrinunciabile. E’ un pezzo di storia che non deve mancare nelle case dei cerianesi”.