Cronaca
Saronno

Droga e materiale pedopornografico, commerciante saronnese condannato a sei anni

Il titolare di un negozio di abbigliamento di Saronno, divenuto punto di riferimento degli 11 ragazzini, era stato arrestato nel 2018

Droga e materiale pedopornografico, commerciante saronnese condannato a sei anni
Cronaca Saronno, 26 Novembre 2021 ore 19:28

 

Condannato a sei anni  e 15 giorni il commerciante saronnese che nel 2018 era stato arrestato dai Carabinieri di Saronno: nella sua abitazione era stato rinvenuto materiale pedopornografico e marijuana.  Condanna "addolcita" di un anno  10 mesi e due settimane rispetto alla richiesta del Pm di Busto.

 Commerciante condannato a sei anni

Noto commerciante saronnese condannato a sei anni e 15 giorni. Si è concluso il processo di primo grado al tribunale di Busto che ha visto imputato il titolare di un negozio di abbigliamento   arrestato a dicembre 2018 durante un blitz contro lo spaccio di droga. Secondo l’accusa il saronnese aveva conquistato la fiducia dei ragazzini e dal negozio, loro luogo di ritrovo, nel cuore della città degli Amaretti, gli incontri si spostavano a casa dove giocando con i videogiochi girava la droga. I carabinieri durante il blitz del 2018 avevano sequestrato 8 chili di marijuana e del materiale a sfondo  pedopornografico.

Proposta hot ai ragazzi

Durante il processo l'autorità giudiziaria ha  ricostruito l'accaduto ascoltando gli 11 ragazzi che hanno ricordato come tutto avvenisse in modo scherzoso così come la richiesta di mostrare gli addominali  per poi avere un contatto

 

Pena ridotta

L'avvocato del commerciante, Vincenzo Cotroneo ha richiesto l'assoluzione, ma è riuscito ad ottenere una riduzione di un anno, 10 mesi e 2 settimane rispetto alla richiesta del Pm. Alla fine infatti il giudice ha condannato il saronnese a 6 anni e 15 giorni in primo grado. Le motivazioni della sentenza saranno depositate tra 45 giorni e permetteranno al legale di valutare i prossimi passi difensivi. Nel frattempo il commerciante  si trova ai domiciliari in una comunità terapeutica.