Cronaca
Varese

Dopo il furto si fa ospitare dai derubati per un panino: scoperto e arrestato

I padroni di casa lo avevano sorpreso nel giardino: per non destare sospetto aveva detto di essere disperato e affamato, e loro lo avevano anche aiutato

Dopo il furto si fa ospitare dai derubati per un panino: scoperto e arrestato
Cronaca Varese, 05 Febbraio 2022 ore 13:35

Nel corso del pomeriggio del 3 febbraio, la Polizia di Stato di Varese ha arrestato un ventenne marocchino per il reato di tentato furto in abitazione. In particolare, verso le ore 15,00 una donna abitante nelle vie limitrofe a Viale Europa, ha sorpreso il giovane extracomunitario nel giardino di casa.

Dopo il furto, anche il panino offerto

Quest’ultimo si era introdotto in quella proprietà danneggiando la rete di recinzione e, vistosi scoperto, ha finto di essere disperato ed affamato tanto che la proprietaria di casa lo ha assecondato preparandogli un panino. Nel frattempo il marito della signora ha fatto un giro di controllo della casa e si è accorto che, in realtà, quel ragazzo aveva scardinato una zanzariera della finestra della cantina ed era già riuscito ad entrare: da lì aveva preso il motorino del figlio ma notando la donna, lo ha abbandonato in giardino.

Non contento e per nulla grato per il panino fattogli dalla proprietaria di casa, nell’attesa di averlo, ha preso della sabbia e l’ha inserita nella serratura del cancello di ingresso in modo di danneggiarla per poi, in un secondo momento, riaprire l’ingresso senza difficoltà per tornare ad ultimare il furto: purtroppo per lui due ragazzine, nipoti delle parti lese, lo hanno notato ed hanno allertato i nonni. Il giovane marocchino, dopo aver preso il panino, si è allontanato velocemente ma i proprietari di casa non lo hanno perso di vista avvisando, nel contempo, la Polizia. Sul posto, in pochi minuti, è giunto un equipaggio della Volante che ha bloccato ed arrestato il ladro.

Nel processo celebrato, nel corso della mattinata di ieri, con rito per direttissima il marocchino è stato condannato ad un anno ed otto mesi di reclusione, oltre a 500 euro di multa, con pena sospesa.

Seguici sui nostri canali