Cronaca
Saronno

Dopo due anni, è ancora 25 Aprile della contestazione: fischi durante l'inno

Dopo due anni, è ancora 25 Aprile della contestazione: fischi durante l'inno
Cronaca Saronno, 25 Aprile 2022 ore 11:32

Dopo due anni di pandemia  si torna a celebrare il 25 Aprile e ancora una volta non sono mancate le contestazioni.

Dopo due anni, fischi e cori  durante l'inno di Mameli

Piazza Libertà torna a ospitare le celebrazioni dedicate alla Festa della Liberazione e ancora una volta a essere protagoniste sono state le contestazioni, non sono mancati fischi e cori durante l'inno di Mameli.

I festeggiamenti per il 77° anniversario della Liberazione sono iniziati con la messa in chiesa prepositurale, quindi l'alzabandiera in piazza, da ove poi è partito il corteo per le vie del centro, corso Italia, via San Francesco, via Diaz e viale Rimembranze fino ad arrivare in piazza Caduti Saronnesi per la deposizione delle corone d'alloro ai Monumenti ai Caduti e i discorsi delle autorità.

Dalla piazza subito sono risuonati i cori e le contestazioni con alcuni slogan: "Il vostro pacifismo è solo ipocrisia, il Pd lo scacceremo via;  Finanziano la guerra; Guerra pandemia stessa strategia; la vostra pace è la continuazione della vostra guerra, né con la pace né con la vostra guerra.

Poi le critiche al mondo politico saronnese: "Partiti di Saronno vi conosciamo bene, siete antifascisti solo quando vi conviene".

 

4 foto Sfoglia la gallery

Le iniziative per celebrare la ricorrenza proseguiranno nel pomeriggio, alle 15.30, al Cine Teatro Prealpi con la proiezione  del film “256 secondi, piovono bombe”.

 

Il corteo e le proteste degli anarchici non si fermano e si sono staccati dalla manifestazione dirigendosi verso il centro passando da via San Cristoforo fino a ritornare in piazza Libertà.  C'è chi tiene in mano anche dei fumogeni.

"Pur condividendo posizione Anpi non condividiamo questo teatrino. Presa di posizione di chi parla di pace e finanzia la guerra. Parlare di accoglienza quando migliaia di persone muoiono nei mari. Anpi condivide la piazza con chi sostiene la guerra miseria e sfruttamento".
Nel frattempo in piazza Caduti è il momento dei discorsi delle autorità
Gli anarchici si sono riuniti in piazza Libertà dove prosegue la loro protesta in modo pacifico con discorsi contro lo Stato e Draghi.
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter