Groane

Diavolo sull’albero nel bosco della droga, Cattaneo risponde con un dito medio a pusher e “zombie”

"L'attacco di pusher e zombies è stato respinto. Ci riproveranno. Ma ritroveranno anche noi"

Diavolo sull’albero nel bosco della droga, Cattaneo risponde con un dito medio a pusher e “zombie”
Groane, 18 Ottobre 2020 ore 17:59

Continuano gli interventi di ripristino nell’ex bosco della droga alle Groane, coi pusher che cercano di tornare ad appropriarsene. Il vicesindaco di Ceriano Laghetto Dante Cattaneo però non si arrende.

Diavolo sull’albero “marchiato” dai pusher

Un diavolo raffigurato su un albero un segno ben visibile che c’è chi sta tentando di tornare ad occupare l’ex bosco della droga alle Groane. Quasi una sfida, lanciata contro chi, invece, da anni combatte per la pulizia del bosco e la sua restituzione alla natura e ai cittadini. Una sfida che il vicesindaco di Ceriano Dante Cattaneo però ha intenzione di vincere.

Pusher tornato al lavoro

Come spiega Cattaneo, rivolgendo all’autore del graffito diabolico e ai sodali un chiaro e laconico dito medio, a settembre uno dei principali “commercianti” del parco era tornato sul posto.

“Pusher e zombies hanno provato, dopo 7 mesi, a tornare nei nostri boschi – scrive Cattaneo su Facebook – Nel mese di settembre, infatti, dopo la sua indecente scarcerazione (a proposito, complimenti!), lo spacciatore e principale organizzatore della ‘piazza’ era tornato ‘al lavoro’. In circa due settimane, ha rinsozzato il bosco di rifiuti vari (siringhe, cibo, tende) oltre che di rifiuti umani. Oggi abbiamo ripulito tutto (due camion pieni di rifiuti prodotti in poche settimane), ma quel che più conta è che grazie allo sforzo quotidiano delle forze dell’ordine il nostro bosco continua a essere pulito, sicuro e libero. Il loro attacco è stato respinto. Ci riproveranno. Ma ritroveranno anche noi”.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia