Menu
Cerca
Bassa comasca

Danneggiamenti, furti e rapine: misure cautelari per tre minori di Rovello e Rovellasca

Due di loro sono stati portati all'Istituto Beccaria di Milano, uno in una comunità. Hanno 15 e 16 anni

Danneggiamenti, furti e rapine: misure cautelari per tre minori di Rovello e Rovellasca
Cronaca Comasca, 23 Aprile 2021 ore 12:53

Ieri, giovedì 22 aprile 2021, e oggi, i militari della Stazione Carabinieri di Turate hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare emessa in data 20 aprile 2021 dal GIP del Tribunale per i Minorenni di Milano, nei confronti di tre cittadini minorenni (due 15enni ed un 16enne), residenti tra Rovello Porro e Rovellasca. Su di loro accuse per diversi reati, principalmente contro il patrimonio, commessi dal dicembre 2020 in diversi Comuni della provincia e nel milanese. Reati che, senza dubbio, hanno alimentato nei residenti nella zona, nel recente periodo, un intenso allarme sociale.

Danneggiamenti  furti e rapine: custodia cautelare per tre minorenni

Le indagini, condotte sotto il coordinamento della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Milano, hanno permesso di raccogliere importanti elementi indiziari e soprattutto delineare un dettagliato quadro sulla personalità dei minori, caratterizzato da uno stile di vita deviato, dalla totale assenza di autocontrollo e dall’insofferenza verso le regole della civile convivenza. I giovani, dimostrando una disinvoltura ed abitualità nel realizzare le condotte predatorie, colpivano secondo un consolidato modus operandi, caratterizzato dall’uso della violenza e, principalmente, dall’agire in gruppo: è questo, anche secondo le valutazioni dell’Autorità Giudiziaria, l’elemento rafforzativo dell’intenzione criminale degli odierni indagati, che generava nelle vittime paura e smarrimento, creando quella sudditanza psicologica che spesso le induceva ad assecondare le richieste degli aggressori.

Danneggiamenti, furti e rapine sono i principali delitti contestati, a vario titolo, ai tre giovani, molti dei quali commessi presso la stazione ferroviaria di Rovello Porro oppure a bordo di treni sulla linea Milano-Como, dove neanche gli interventi del personale viaggiante riusciva a fermare le illecite condotte degli indagati.

In due sono al Beccaria, l’altro in comunità

Concordando con le risultanze investigative ed attesa la condizione di forte devianza dei minori, valutato anche un concreto pericolo di reiterazione dei reati, l’A.G. minorile ha quindi emesso l’ordinanza di custodia cautelare: per due di loro, maggiormente coinvolti negli eventi, è risultata necessaria l’associazione all’Istituto Penale Minorile “Beccaria” di Milano, mentre per il terzo è stato disposto l’inserimento in una comunità.